Di estate, torte e balconi: cheesecake rapidissima

-
Trovo che la cheesecake sia un dolce geniale per l’estate. Si prepara in un attimo, è freschissima anche nel gusto, non richiede neanche il forno ed è leggerissima. Pochissimi grassi, pochi zuccheri e può essere modificata a proprio piacimento. 
La versione che vi presento oggi è ancora più leggera del solito, infatti, per la base ho utilizzato non solo i classici biscotti, ma anche i cereali. Sani, leggeri e gustosi. 

Visto che di dolce molto estivo trattasi, per l’occasione ho chiesto l’aiuto al mio carinissimo fagiolino rampicante, anche lui estivissimo, cresce sotto il mio naso di centimetro in centimetro facendosi quasi beffa di noi. Al mattino sembra tanto piccino e a sera sembra già diventato “adulto”. 
Il mio fagiolino magico, questo è il nome giusto per lui! 
Il mio orticello in balcone come avrete capito sta crescendo, sempre più piante, sempre più soddisfazioni ed evoluzioni. 
A mettermi la pulce nell’orecchio ci voleva anche Ricola, le caramelle, proprio loro con le loro 13 erbe! 
Qualche settimana fa la Svizzera Turismo ha organizzato un evento per far conoscere l’attenzione verso la natura e i tanti servizi creati nei percorsi naturalistici che la Svizzera mette a disposizione della famiglia. Veramente una scoperta e…tanta invidia per la loro cura e precisione! Servizi che noi italiani possiamo scordarci se non in rari contesti quali Val d’Aosta o Trentino. 
Una particolare attenzione messa al servizio della gente per far sì che tutti possano godere delle meraviglie della natura senza dover rinunciare alle dovute comodità. Addirittura esistono passeggiate pensate per chi ha bimbi nel passeggino. Pensereste mai di portare un passeggino in una passeggiata nel bosco? In Svizzera a quanto pare è più che possibile!
Un esempio di tanta attenzione la offre proprio Ricola che coltiva le proprie erbe in contesti incontaminati seguendo principi biologici per non “avvelenare” le proprie piante, il terreno e le persone che gusteranno le caramelle.. 
Da questa attenzione alla natura, Ricola ha avviato in Italia un importante progetto insieme a Slow Food: Orto in Condotta.
Il progetto nasce con lo scopo di portare l’orto nelle scuole in modo da far avvicinare i bambini alla natura e far comprendere come questa nasce, cresce e quali le regole per prendersi cura di lei.  
Ricola inoltre consiglia a tutti di realizzare un orticello anche in spazi piccoli come quello che può essere un balcone cittadino, come il mio ad esempio, e fornisce alcune indicazioni raccolte in 13 punti per fare in modo che le proprie piantine crescano bene (e tra parentesi tutte le mie note): 
1. Diamo nuovi amici ai nostri bambini (….e non lasciamo che non sappiano che aspetto abbia il basilico!)
2. Riduciamo, ricicliamo, riusiamo (Il vasetto della Ricola potrebbe essere un perfetto semenzaio, non trovate?)
3. Progettiamo gli spazi (prima di piantare, fate un progetto su dove posizionare vasi, piante ed eventuale sistema di irrigazione. Otterrete sicuramente un risultato migliore sia per le piante che per l’estetica.)
4. Sole, ombra, freddo e vento: massima attenzione (scegliete le piante in funzione dello spazio che avete a disposizione. Il mio balcone ad esempio ha protetto, ma ha poco sole. Se piantassi i pomodori sicuramente non gli farei del bene)
5. La rotazione delle piante (cambiate di anno in anno le piante nei vasi, spostatele da un vaso a un altro: ogni pianta si nutre di alcuni elementi specifici, con la rotazione garantite che il terreno non si impoverisca di un solo elemento e se ne arricchisca di altri)
6. Mai piantare vicino sedano e carote (prima di abbinare 2 piante in uno stesso vaso, informatevi sulle caratteristiche e se effettivamente possono vivere insieme e non si facciano del male reciproco)
7. Creiamo e facciamo crescere la vita: semine e trapianti (partiamo dal seme, così potremo vedere in che modo cresce la pianta e conosceremo realmente il ciclo della natura.)
8. Fertilizzazioni e compost (io per il mio orto uso sia fertilizzanti acquistati ma con componenti naturali come ad esempio l’azoto, ma anche residui casalinghi come il caffè o la guscio dell’uovo. Se avete spazio potete anche decidere di utilizzare un sistema per creare il compost dai propri rifiuti organici)
9. Innaffiamo con l’acqua di cottura delle verdure lasciata raffreddare (oltre a evitare lo spreco di acqua, quest’acqua ha anche utili nutrienti per le piante)
10. La pacciamatura (cioè coprite il terreno con del materiale che protegga il terreno come accade normalmente nei boschi: erba secca, ghiaia, corteccia sminuzzata…)
11. Decotti e pozioni come fertilizzanti (in pratica seguite i principi del biodinamico: non usate medicinali chimici, ma facendo macerare alcune erbe in acqua, potete creare dei medicinali perfettamente naturali. Io per le mie piante preparo il macerato d’ortiche e di tabacco)
12. Tuteliamo le biodiversità e le antiche varietà (se avete la possibilità di piantare un alberello, chiedete al vostro vivaio una varietà antica, farete un grosso favore alla natura. Se ricercate nella vostra zona, dovreste trovare anche qualcuno che le regala. Purtroppo non so però darvi informazioni dettagliate a riguardo)
13. Coltiviamo la bellezza (non c’è bisogno di spiegarlo vero?)

Vi ho convinto?? Cosa aspettate a piantare qualcosa sul vostro balcone? Basta una piantina di basilico per iniziare. Da una innamorata delle sue piantine: provate!!!!

Per l’idea della crostata cheesecake ringrazio Stefania, finora non avevo mai pensato a questa opzione! 🙂
Per una cheesecake più classica, vi rimando invece a questa versione.


Ingredienti per un una tortiera da 20-22 cm:
100g di biscotti secchi tipo Digestive
50 g di fiocchi di cereali
20 g di fiocchi d’avena
50 g di burro


Per la crema: 
125 g di ricotta
250 g di yogurt bianco
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di latte
2 g di agar agar

Polpa di frutta a scelta (per me frutti di bosco


Procedimento: 

Frullate i biscotti e i cereali fino a ottenere una polvere.  Sciogliete il burro, versatelo nei biscotti e mescolate fino ad amalgamare il tutto. 
Rivestite uno stampo da crostata con carta forno e poi con il composto di biscotti. Schiacciate bene fino a creare la base di una crostata. 
Tenete da parte. 
In un’altra ciotola versate la ricotta, lo zucchero e mescolate. Unite lo yogurt. 
In un pentolino scaldate il latte, unitevi l’agar agar e portate a bollore. Fate bollire per circa un minuto, vedrete che cambierà la consistenza e si addenserà. Spegnete e versate nella crema di yogurt e ricotta. 
Amalgamate bene e versate la crema nella base di biscotti. Livellate e mettete in frigorifero per 15 minuti. 
Dopo questo tempo togliete dal frigo e rivestite la superficie con la polpa di frutta. Rimettete in frigorifero e lasciate riposare per un paio d’ore prima di servire. 

English Version –  Cheesecake 

Ingredients: 

100 g biscuits like 

Digestive

50 g of corn flakes
50 g of butter

For the cream:
125 g of ricotta cheese
250 g yogurt
2 tablespoons of sugar
2 tablespoons milk
2 g of agar agar



Direction: 

Blend the biscuits and cereals until obtain a powder. Melt butter, pour in the biscuits and combine.
Cover a tart mold with baking paper and then add the mixture of biscuits. Mash well until you create the base of a tart.
Set aside.
In another bowl, pour the cheese, sugar and stir. Add yogurt.
In a saucepan heat the milk, add the agar agar and bring to boil. Boil for about a minute, you will see that 
the texture change and become thicken. 

 Turn off and pour in the cream of yogurt and cheese.

Mix well and pour the cream into the biscuit base. Level it and put in the fridge for 15 minutes.


After this time remove from the fridge and cover the surface with the fruit pulp. Put in the fridge and let sit for a couple of hours before serving.


Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.