Crostata di brisée di castagne con ripieno di zucca e salsiccia

Avete mai mangiato le castagne crude? Così come le raccogliete dall’albero? Per me questo è sempre stato il modo migliore per gustarle. Sì, le caldarroste sono buone, ma per me crude sono state sempre il massimo.
L’unico problema: ci vuole una vita a pelarle!
Quando il mio ragazzo mi ha visto mangiarle così per la prima volta, mi ha guardato con l’aria di chi stava osservando un matto: ” Ma le mangi crude?”
Io non avevo neanche mai pensato al fatto che le castagne potessero essere considerate crude… come il resto della frutta, si mangia cruda!
Vedere le castagne da quest’altro punto di vista mi ha fatto pensare anche al fatto che venissero mangiate molto più spesso cotte (cioè, sempre) che non crude come piacciono tanto a me!
Io ho sempre odiato marron glace, castagnaccio o cose simili, per cui per le castagne in forme diverse dalle caldarroste o dalle castagne mangiate come mamma le ha fatte (cioè colte dall’albero e basta) non ho mai avuto una particolare passione.
Però, visto la mia passione per la cucina e il desiderio di sperimentare sempre cose nuove e diverse, non poteva essere limitata dai miei gusti e così sono iniziate le avventure di Tery nel meraviglioso mondo delle castagne(e quindi anche del caro consorte che come al solito deve adeguarsi alle mie non sempre sane idee)!
Così sono arrivata anche a questa normalissima pasta briseè realizzata con la farina di castagne.
Ovviamente anche questa versione castagnosa mi è piaciuta ed è finita in tantissime preparazioni diverse. Dolci o salate, per stuzzichini formato mignon o in dimensioni etra large, si è dimostrata adatta ad ogni ricetta.
Con salsiccia, funghi, gorgonzola, con le pere e il formaggio come queste, o magari con una marmellata per una versione dolce. Per rimanere in tema autunnale ecco anche una variante con la zucca e salsiccia, ma perché no, si potrebbe anche pensare ad una crema di zucca dolce, un po’ halloween style!
E visto che si presta per una infinità di preparazioni, libero sfogo alla propria fantasia! 
Per la ricetta base della pasta ho utilizzato le dosi della briseè di nocciole di Nanni e visto che nessuno può battere la sua preparazione in fatto di dolci fidatevi, è perfetta! 🙂  

Per la pasta briseé di Nanni

200gr di farina 00
120 gr di burro
100 gr di farina di castagne
30gr di acqua
Un pizzico di sale

Ripieno:
1/4 di zucca
Salsiccia sbriciolata
Sale
1 dito di latte
pepe nero
pecorino grattugiato

Procedimento:

Per la brisèe:
Fare la fontana di farina, unire il burro a dadini ed il sale.
Mescolare in modo da ottenere un composto di briciole. A questo punto aggiungere la farina di castagne e l’acqua. Impastare il tutto, formare una palle, avvolgere nella pellicola e lasciar riposare in frigorifero per 30 minuti.
Trascorso questo tempo, stendere l’impasto, rivestire la tortiera e riempire con il ripieno che desiderate.
Può andar bene sia dolce che salato.
In questo caso io ho fatto salato, anzi, ne ho fatti diversi salati: pere e gorgonzola (come qui), gorgonzola e salsiccia o zucca e salsiccia come questa che vi presento oggi.
Per il ripieno:
Sbollentare la zucca fino a che diventi morbida. Una volta cotta porre la zucca in una ciotola, e schiacciarla con la forchetta. Aggiungere la salsiccia sbriciolata, il pecorino, il latte, sale e pepe nero, mescolare e, una volta amalgamato il tutto riempire la torta.
Spolverare di pecorino la superficie e infornare a 180° per 30-40 minuti. Sulla superficie ho distribuito anche dei fiocchetti di philadelpia sperando che si fondessero, in realtà come potete vedere sono rimasti lì, fermi immobili! Però erano buoni anche così!

PS. Parlavo di crisi dello scrittore??? Sarà stato il fatto di averlo detto a “sbloccarmi”, ma oggi ho scritto un sacco! :PPP

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.