Frittata di shirataki

- -
Frittata di shirataki

La frittata di shirataki ZenPasta è un ottimo piatto unico sano e leggero, ma, tagliata a tocchetti, è perfetta anche per un buffet, un aperitivo o un picnic.

 

Perché una frittata di shirataki? Perché è sana, è leggera, è senza glutine, è perfetta per non appesantirsi e mettersi in forma per l’estate. Sì, io ho tanta fiducia di riuscire a mettere il costume e fluttuare per ore tra le onde del mare anche in questa strana annata!

Ho scoperto i benefici degli shirataki con ZenPasta, un marchio che produce pasta prodotta esclusivamente con questa pianta di origine asiatica che ha una lunga storia alle spalle.

Frittata di shirataki1

Ma approfondiamo meglio.

 

Cosa sono gli shirataki?

Utilizzati da secoli in Giappone, gli shirataki sono ottenuti dal Konjac, la radice di una pianta asiatica coltivata esclusivamente con il metodo biologico, e hanno molti vantaggi: sono privi di carboidrati, grassi, proteine, glutine e lattosio e ha pochissime calorie. Tutte caratteristiche che li rendono adatti a chi ha intolleranze o allergie al glutine e lattosio, a chi vuole dimagrire e a chi desidera mantenersi in forma.

Inoltre, se consultate il sito di ZenPasta potete scoprire anche quanti benefici per la salute ci sono. Leggendo tutte queste informazioni si può tranquillamente dire che è un vero ingrediente del benessere!

A livello di consistenza la pasta di Konjac rimane al dente e, avendo un gusto neutro, si adatta praticamente a tutti i condimenti italiani oltre che a quelli della tradizione asiatica.

 

L’ho preparata molte volte con sughi italiani sia nel formato degli shirataki, sia nel formato rigatoni e penne, constatando che effettivamente si adatta a un semplice sugo di pomodoro fresco, a condimenti a crudo per l’estate e anche a preparazioni diverse come questa della frittata di shirataki che vi presento oggi.

 

Quando il mio lui ha visto quei strani nidi di pasta quasi trasparente inevitabilmente gli è sorto qualche dubbio sulla bontà di ciò che avrei portato in tavola, ma l’assaggio ha fatto svanire qualunque dubbio.

Posso quindi dire che “l’esperimento” (se così si può dire) frittata di shirataki è perfettamente riuscito!

Provate anche voi?

Frittata di shirataki

Porzioni2 porzioni
Tempi30 min
Difficoltà
Facile
Stampa ricetta
Procedimento

Mondate gli asparagi eliminando la parte coriacea e tagliateli a tocchetti di circa un centimetro.

Scaldate una padella con un giro d’olio e lo spicchio d’aglio. Quindi unitevi gli asparagi e fateli cuocere per circa 5 minuti, girandoli di tanto in tanto. Regolate di sale e pepe.

 

Portate a ebollizione una pentola piena d’acqua e fate cuocere gli shirataki per 10 minuti. Regolate di sale.

Scolateli e sciacquateli sotto l’acqua calda.

 

Mentre gli shirataki cuociono sbattete le uova, unitevi gli asparagi, eventuale parmigiano grattugiato, regolate di sale e pepe e amalgamate il tutto.

Quando gli shirataki sono pronto uniteli al composto di uova e amalgamate per bene.

 

Scaldate una padella unta uniformemente con un filo d’olio e, quando sarà ben calda, versatevi all’interno il composto di uova e shirataki.

Mescolate per far rapprendere un po’ le uova, poi livellate, coprite con un coperchio e fate cuocere per 3-4 minuti a fuoco basso.

Verificate poi con una spatola che il fondo della frittata di shirataki sia ben cotto e girate la frittata capovolgendola su un piatto piano e facendola poi scivolare dolcemente in padella dal lato crudo.

Lasciate cuocere ancora per 2-3 minuti fino a quando anche il secondo lato avrà preso un bel colore dorato.

Servite la frittata di shirataki calda o fredda. Questo piatto è ottimo come piatto unico e, tagliato a tocchetti, è perfetto anche per un buffet, un aperitivo o un pic nic.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *