Gnocchi di cavolo nero

-

Gli gnocchi di cavolo nero conquisteranno anche chi non ama i cavoli: una pasta fresca buonissima e facile da preparare che vi lascerà stupefatti per il loro sapore unico.

 

 

In questi giorni ho preparato il cavolo nero in ogni salsa. E’ un ortaggio invernale che adoro e che si presta per essere usato in zuppe e minestre, ma anche per condimenti di primi piatti più corposi come nel caso del pesto di cavolo nero, o per timballi e farciture.
Quando mi è saltata in testa l’idea di utilizzare questa verdura come ingrediente per gli gnocchi non ho avuto remore e ho testato immediatamente la ricetta.
Il risultato è stato un primo piatto eccellente in cui il sapore del cavolo nero non viene nascosto dal resto degli ingredienti e regala un gusto davvero unico.
Come per i classici gnocchi, anche in questo caso scegliete bene le patate prima di mettervi all’opera: è sufficiente utilizzare patate sbagliate per rovinare tutto.

Che patate per fare gli gnocchi?

Le patate dovranno essere vecchie (non vanno assolutamente bene le patate novelle), ricche di amido e più farinose. C’è chi predilige le patate a polpa bianca, ma personalmente trovo che ci siano diverse varietà di patate a polpa gialla che danno ottimi risultati, proprio come in questo caso.
Se la patate è quella giusta per gli gnocchi avrete bisogno di utilizzare pochissima farina e  in questo modo sia la consistenza he il sapore degli gnocchi ne trarranno vantaggio.
In questo caso oltre alle patate nell’impasto ho aggiunto il cavolo nero che regala un sapore davvero unico a questi gnocchi e che quindi merita un’attenzione speciale anche al condimento. Io vi consiglierei di provare, oltre al classico burro e salvia, anche:

– Burro fuso e parmigiano, ma con l’aggiunta di briciole di pancetta croccante
– Fonduta di taleggio o di fontina
– Ragù bianco


Gnocchi di cavolo nero - ricetta

 

English Version –  Black cabbage gnocchi

Ingredients x4:
1 kg of old and floury potatoes
300 g of black cabbage
200-250 g of flour approximately (depends on the absorption of the flour)
an egg
a pinch of salt


For the dressing:
40 g of butter
grated Parmesan to taste
2-3 sage leaves
a clove of garlic
pepper



Direction: 

Clean the black cabbage by removing the thicker and harder internal ribs and boil it in plenty of water.
Wash and boil the potatoes too.
 
When the cabbage is ready, drain and squeeze it well before blending to reduce it into a smooth cream, but it will be very thick and dry.
 
Once cooked, peel the potatoes and mash them with a potato masher to reduce them into a puree. Add the black cabbage, the egg, a pinch of salt and a few tablespoons of flour and start working. As you knead, add more flour until the dough is sufficiently compact.
Once it was used to say “add flour until the dough is received”: it is difficult to explain, but, if you have chosen the right potatoes, you will realize it without problems.
 
Knead the dough until you get a homogeneous mixture and then take little by little and form thick dough loops about 1.5-2 cm.
Then cut into pieces of about 1.5 cm and, with the help of the tines of a fork, slide a piece at a time on the lines in order to give the typical shape of the gnocchi.
 
Once all the dough is finished cook the gnocchi in plenty of salted water. Wait a minute since the gnocchi rise to the surface and then drain.

 

Brown the butter with the sage leaves and garlic and then spread it over the gnocchi. Complete with the Parmesan and serve immediately your black cabbage gnocchi.

Gnocchi di cavolo nero

Porzioni4 porzioni
Tempi62 min
Difficoltà
Media
Stampa ricetta
Procedimento
Mondate il cavolo nero eliminando le coste interne più spesse e dure e lessatelo in abbondante acqua.
Lavate e lessate anche le patate.
Quando il cavolo sarà pronto scolatelo e strizzatelo per bene prima di frullarlo per ridurlo in una crema liscia, ma che risulterà ben densa e asciutta.
Una volta cotte sbucciate le patate e schiacciatele con uno schiacciapatate per ridurle in purea. Unitevi il cavolo nero, l’uovo, un pizzico di sale e qualche cucchiaio di farina e iniziate a lavorare. Man mano che impastate aggiungete altra farina fino a quando l’impasto sarà sufficientemente compatto.
Un tempo si usava dire “aggiungete farina fino a quando l’impasto ne riceve”: è difficile spiegare, ma, se avete scelto le giuste patate, ve ne renderete conto senza problemi.
Lavorate l’impasto fino a ottenere un composto omogeneo e poi prendetene poco per volta e formate dei cordoncini di impasto spessi circa 1,5-2 cm.
Tagliateli poi in pezzetti di circa 1,5 cm e, con l’aiuto di un riga gnocchi o con i rebbi di una forchetta, fate scivolare un pezzetto per volta sulle righe in modo da dare la tipica forma degli gnocchi.

Una volta terminato tutto l’impasto fate cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata. Aspettate un minuto da quando gli gnocchi saliranno in superficie e poi scolateli.

Fate rosolare il burro con le foglie di salvia e l’aglio e poi distribuitelo sopra gli gnocchi. Completate con il parmigiano e servite subito i vostri gnocchi di cavolo nero.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *