Le crocette, ovvero fichi secchi ripieni di noci e coperti di cioccolato

Uno dei prodotti che in Calabria sicuramente non manca (oltre al peperoncino si, certo) sono i fichi.
Passando dalla Calabria non si può fare a meno di notare che dovunque si vada gli alberi di fichi sono ovunque, piantati nei giardini, nei parchi o cresciuti spontaneamente. Tanta produzione non poteva che tradursi anche in modi per conservarli durante l’anno, così ecco che la produzione di fichi secchi è davvero esponenziale.
Ma non sono solamente fichi secchi “nature”, a padroneggiare sulle nostre tavole, bensì si possono trovare ripieni, ricoperti di cioccolato, con il miele, ecc. ecc.
I fichi secchi ripieni di frutta secca sono sicuramente l’espressione più tipica della produzione calabrese e prendono il nome di crocette.
Tale nome deriva dalla modalità di preparazione che prevede di aprire il fico senza staccare il picciolo, si dispone orizzontalmente e si uniscono 4 fichi così aperti intrecciandoli tra loro e formando una croce. Tra le metà dei fichi che si uniscono si pone un ripieno di noci o mandorle.
Dopo tale processo i fichi si fanno cuocere in forno aromatizzandoli con arancia e cannella e passandoli in un liquore.
Sicuramente il processo è lungo e non sempre si fanno in casa, anche se, visto il legame con la tradizione della mia terra, non sono poche le famiglie che preparano lunghe file di fichi secchi.
Come nel resto d’Italia, i fichi così ottenuti si consumano a Natale e, difatti, proprio una bellissima fila di crocette mi è stata regalata qualche giorno fa.
Sapete com’è finita? Ho diviso i fichi dal picciolo e li ho passati nel cioccolato.
Sicuramente il processo è lungo e adesso è impossibile trovare i fichi freschi, ma se mai aveste sotto mano dei fichi secchi potreste provare a fare così….

Premessa: Io ho utilizzato le crocette già pronte, ma se non le aveste potete procedere così.
Ingredienti (non metto dosi perchè ho fatto tutto a sentimento):
Fichi secchi
noci o mandorle
Cioccolato fondente
Liquore (limoncello, arancino, anice), mosto (ho fatto una ricerca e ho notato che ognuno usa il liquore che preferisce o il mosto)
Zucchero e cannella, una spolverata
Procedimento:
Prendere i fichi secchi e aprirli in 2. Pulire le noci cercando di tenere i gherigli integri. Porre metà gheriglio o una mandorla come ripieno di ogni fico.
Porli su carta forno e cuocere a 180° per una decina di minuti, finchè non diventano dorati. A questo punto passarli nel mosto o nel liquore e poi spolverarli di zucchero e un pizzico di cannella.
Far asciugare bene e poi potrete mangiarli così o passarli nel cioccolato.
Se decidete di passarli nel cioccolato fondente sarà necessario temperarlo come qui.
Basta quindi temperare il cioccolato fondente e tuffarci dentro i fichi. Porli su carta forno ad asciugare ed è fatta!
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.