Mafalde siciliane

-
Mafalde siciliane

Le mafalde siciliane sono un pane a pasta dura dall’effetto biscottato, tipico della Sicilia. Facile da fare, bello da servire.

 

Ho il ricordo delle mafalde siciliane di quando ero bambina e con i miei genitori andavo spesso in Sicilia per trascorrere qualche giorno.

E’ un pane che fa pensare subito a questa regione e alle tante influenze che l’hanno resa così culturalmente ricca e incredibile.

Le mafalde siciliane sono un pane a pasta dura dall’effetto biscottato reso particolarmente saporito dall’aggiunta di semi di sesamo sulla superficie.

Un pane perfetto da gustare sia con il dolce che con il salato e bellissimo da inserire un ricco cestino del pane.

Quanto è bello per i commensali scoprire tipi, gusti e forme dei pani serviti in tavola?

 

La preparazione delle mafalde è davvero facile: l’impasto non presenta difficoltà e anche la formatura è estremamente semplice.

 

Se amate questo tipo di pane vi consiglio di provare anche la ricetta del Miccone Pavese, un pane lombardo dalla crosta biscottata e la mollica di cotone, facile da fare e gustoso.

Mafalde siciliane

Porzioni6 porzioni
Tempi60 min
Difficoltà
Media
Stampa ricetta
Procedimento
1

Per la biga

Fate sciogliere il lievito nell’acqua e poi unite il tutto alla farina.

Lavorate gli ingredienti, formate una palla e mettete a lievitare in un luogo tiepido e lontano da spifferi per 6 ore.

2

Per l'impasto

Fate sciogliere il lievito nell’acqua.

Versate nella planetaria insieme alla farina e alla biga e iniziate a lavorare. Quando gli ingredienti si saranno amalgamati unite il sale e impastate fino a quando il composto sarà ben incordato.

A questo punto formate una palla, spostate in un contenitore sigillato e lasciate lievitare fino al raddoppio.

 

Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto, rovesciatelo su una spianatoia e porzionatelo in pezzi da 100 g se desiderate formare dei panini. Io ho preferito formare 2 pagnottine.

 

Con ogni pezzo di impasto formate dei cordoni lunghi circa 60 cm e poi ripiegatelo formando una serpentina a 3 gobbe. Ripiegate poi l’ultimo pezzo di impasto in modo da ottenere la classica forma di questo pane.

 

Disponete i pani ottenuti su una teglia coperta con carta forno.

A questo punto spennellate con dell’acqua e completate cospargetele con i semi di sesamo.

 

Coprite con della pellicola o con un panno umido e lasciate lievitare per un’altra ora circa. Verificate la lievitazione premendo l’impasto con un dito. Se questo torna su lentamente le mafalde sono pronte per essere infornate.

 

Fate cuocere in forno caldo a 220 °C per 20 minuti, poi abbassate a 200 °C e proseguite la cottura per altri 10-15 minuti. fino a doratura.

 

Per verificare la corretta cottura del pane bussate sul fondo: se il suono è vuoto allora il pane è cotto.

 

Sfornate e lasciate raffreddare prima di servire.

 

 

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *