Ode alla mia terra

Ogni volta ritorno e ogni volta infiniti sono i sentimenti contrastanti. Infinite spine per altrettanto infinito calore: proprio come i fichi d’India che invadono le sue (e mie) coste e le sue campagne, così è la Calabria.
Bella, calda, rossa di passione e dorata per i campi di grano arsi dal sole. Succulenta e ammaliante come tutto ciò che dà la sua terra e come le persone che ci vivono, capaci di dare tanto, ma anche di ferire con lame appuntite.  
Proprio come i fichi d’India la mia terra è piena di pungenti spine di indifferenza e menefreghismo. Ogni spina, una nuova piaga e una lacrima di sangue, dolce e rossa come il succo dei suoi fichi d’India, che le leva l’anima ancora e ancora.
Ecco perché questo piatto è un po’ come la mia terra e l’ho fatto pensando a lei, sperando che prima o poi le spine diventino morbide piume. 


Trenette ai fichi d’India e sapore di casa

Ingredienti x 2 persone: 
Trenette 160gr 
3 fichi d’India con le sue bucce
1 filo d’olio evo
1 cucchiaino di polvere di peperoncino piccante
4 cucchiai di pecorino crotonese grattugiato
1-2 cucchiai di farina
Olio per friggere
Procedimento:
Pelare 2 dei 3 fichi e tenere da parte. Il terzo lavarlo e grattarlo con una spugnetta per far andar via le spine. Eventualmente se ne rimangono ancora dopo averlo grattato, aiutatevi con la punta di un coltello per eliminare i residui. 
Quando è ben pulito pelare anche questo formando delle striscioline di buccia che terrete da parte. 
Servendosi di un passaverdure manuale, passate i fichi fino ad ottenere una crema. Il passaverdure è utile perché consente di separare facilmente i semi della polpa. 
Unire alla polpa  ottenuta il pecorino grattugiato, il peperoncino, il sale e un filo d’olio evo. 
Cuocere la pasta e nel frattempo passare le bucce tenute da parte nella farina e friggerle in olio caldo. 
Quando la pasta è pronta condire con la crema di fichi e completare il piatto con le bucce fritte. Volendo, aggiungere ancora una spruzzata di pecorino grattugiato e peperoncino. 

Ricetta pubblicata anche sul sito della Voiello, qui
Stampa ricetta
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Commenti

29 Commenti su "Ode alla mia terra"

Il 5 Settembre 2011 alle 05:22
Federica ha scritto:
E' molto bella questa dedica che hai fatto alla tua terra, arriva forte tutto l'amore che provi per lei. E con le tue bavette mi hai spiazzata. Non solo non ho mai assagiato i fichi d'India, non mi sarei mai neanche imaginata un uso salato! Un bacione, buona settimana
Il 5 Settembre 2011 alle 06:41
Damiana ha scritto:
Potrei fare la stessa "ode"alla mia terra,che ha altrettante spine,ma che come la tua sa trasmetterti quella passione e quel calore così difficili da trovare!!Intanto io mi appassiono a queste bavette,davvero particolari e che sarei così curiosa di assaggiare!!
Ciao Tery e benritrovata!!
Il 5 Settembre 2011 alle 07:06
Marina ha scritto:
Quanto amore e quanto rammarico per la tua regione... Spero che questo piatto così particolare sia di buon auspicio. Felice di rileggerti, marina
Il 5 Settembre 2011 alle 07:36
Mascia ha scritto:
che splendido post ... e che splendido piatto !!!
Il 5 Settembre 2011 alle 07:25
Menta Piperita ha scritto:
la tua cara Tery è una descrizione appassionata e intensa della tua terra, che mi ha davvero toccato il cuore! Bellissima, come questo piatto che sa davvero di casa, come scrivi tu! Un bacio!
Il 5 Settembre 2011 alle 07:54
Non sono una fan dei fichi d'India, ma ammetto che questa versione salata mi intriga assai!
Per quanto riguarda la tua ode, se ne legge l'amarezza e l'amore, due sentimenti contrastanti ma che sempre più spesso viaggiano di pari passo, ahimè!
Il 5 Settembre 2011 alle 08:16
Anny ha scritto:
Non potevi trovare parole piu' vere...

Anny
Il 5 Settembre 2011 alle 08:18
Cey ha scritto:
Una bellissima dichiarazione =) prima o poi andrò a conoscerla la tua terra =)
Il 5 Settembre 2011 alle 08:25
pips ha scritto:
sono d'accordo, una dichiarazione d'amore (neanche a farlo apposta è un piatto total red) davvero deliziosa e profonda...
Il 5 Settembre 2011 alle 08:51
Benedetta Marchi ha scritto:
i fichi d'india sulla pasta? mai provato ma devono essere deliziosi! E complimenti per la tua terra, si vede che la ami molto. un abbraccio
Il 5 Settembre 2011 alle 08:26
silvia ha scritto:
Ciao Tery!!!!! La Calabria è una terra magica, che colori e che profumi! Non avevo mai sentito dei fichi d'india nella pasta, ma tu sei una fonte di ricette geniali!
Ci vediamo presto, non vedo l'ora!
Abbraccione
Il 5 Settembre 2011 alle 08:21
Kitty's Kitchen ha scritto:
E' un bell'augurio quello delle spine che diventino piume... Un primo piatto ricco di profumi e usare i fichi d'india in un primo piatto è una trovata proprio interessante
Il 5 Settembre 2011 alle 09:36
Deborah ha scritto:
Post semplicemente magnifico!!! La ricetta è come sempre perfetta!
Il 5 Settembre 2011 alle 09:05
CONTROTUTTI ha scritto:
i posti in cui siamo cresciuti sono sempre speciali. i fichi d'india nella pasta sono davvero una novita'!!!
buon inizio settimana
Il 5 Settembre 2011 alle 09:23
saretta m. ha scritto:
Paroli forti e tenere nello stesso tempo le tue, cara Tery! Mi hai colpita e mi ha colpito questo piatto che trovo molto particolare! Brava come sempre! Un bacione e buona giornata!
Il 5 Settembre 2011 alle 09:30
I Viaggi del Goloso ha scritto:
Un piatto favoloso !!!
Parola di golosi ...
Ciao tery un bacione !!!
Il 5 Settembre 2011 alle 09:16
Lo Ziopiero ha scritto:
Ma che bella l'idea di questo piatto! Complimenti!
:))
Il 5 Settembre 2011 alle 10:15
Anonimo ha scritto:
ciao bellissimo il tuo blog e le tue ricette
io sono nuova , ho aperto http//saleecoccole.blogspot.com
se ti va vieni a vedermi ..ho bisogno di sostenitrici come te e magari suggerimenti
grazie mille
Il 5 Settembre 2011 alle 11:22
accantoalcamino ha scritto:
Sarebbe bello che quello che provi tu lo provassero anche le persone che la abitano la tua terra e non sempre è così, spesso , come in tutte le cose, soltanto quando sei lontano o o le hai perse ti rendi conto del loro valore. Comunque quel piatto te la fa sentire vicina la tua terra.
Io ho fatto in Calabria la quinta elementare...
Sai che anch'io stamattina avevo nostalgia di vecchi sapori? uno di questi l'ho rivissuto proprio con i vostri "straccetti" :-) Buona settimana.
Il 5 Settembre 2011 alle 11:57
Mai ha scritto:
Ode anche a te!
Come ti capisco... e quanto deve essere buona questa pasta!
E che lavoraccio riguardo i fichi d'india, la prima volta che ne presi uno non sapevo avessi tante spine... ero senza guanti!

besos
Il 5 Settembre 2011 alle 13:55
Ribes e Cannella ha scritto:
i fichi d'india li ho assaggiati solo una volta..e non ricordo affatto il loro sapore, questa ricetta però mi fa venir ancora più voglia di riassaggiarli! a presto :)
Il 5 Settembre 2011 alle 15:47
pagnottella ha scritto:
:) ogni volta che ci passo, è d'obbligo portarmi a casa un bel bouquet di peperoncino ;)
Bella ricetta!!!
Il 5 Settembre 2011 alle 20:42
Loredana ha scritto:
Non ci posso credere, usare i fichi d'india anche così...ma è fantastico!!!
copio subito!
ciao loredana
da me trovi il dolce, con i fichi d'india!
Il 6 Settembre 2011 alle 08:17
viola ha scritto:
ciao Tery!!!!!!! come stai? che bello ritrovarti. E questa ricetta non puoi capire quanto mi piace. E' da qualche giorno che ho idea di prendere qualche fico d'india, ma a metterli sulla pasta proprio non ci avevo pensato. Ma mi piace moltissimo l'idea e la proverò senz'altro. Molto bello questo post....conosco poco la Calabria ma spero di poter rimediare presto. Un bacione
Il 6 Settembre 2011 alle 21:59
tania ha scritto:
Ciao Tery! Questo inno alla tua terra mi commuove! Ti leggo sempre con passione, la stessa che trasmetti tu scrivendo questi bellissimi post!
Complimenti per l'originalissima ricetta! A presto cara Tery!
Ciao Tania
Il 6 Settembre 2011 alle 21:54
Claudia ha scritto:
Che bella la Calabria, ci andavo tutte le estati quando ero piccola...e questa pasta evoca in me così tanti ricordi...che non posso non segnarmela e rifarla! Dev'essere deliziosa!!! Bello questo inno alla tua terra, profondo e commuovente... un abbraccio!
Il 6 Settembre 2011 alle 23:14
Chamomile ha scritto:
Talvolta non si cucina che col cuore.
E tutto il resto è solo un contorno sfocato, infinitamente piccolo di fronte all'enormità di questo cuore; il tuo.
Un sorriso.
Il 7 Settembre 2011 alle 09:56
Tery ha scritto:
Grazie mille a tutti. Sono contenta di esser riuscita a "coinvolgervi" in questi miei sentimenti. Spero che possano coglierli anche chi ci vive in Calabria e non capisce che è casa sua!

Libera, straccetti? Mai sentiti!

Chamomille, :*
Il 8 Settembre 2011 alle 12:00
sabri ha scritto:
Bellissime le tue parole Tery e la tua pasta è veramente originale. Amo i fichi d'india e devo essere sincera non avrei mai pensato di utilizzarli in questo modo, devo assolutamente provarci :-)

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *