Pain aux raisins

-
La settimana di Natale è iniziata e io ho solo voglia di pensare al relax di Natale, a qualche ora davanti al camino e ai risvegli dolci e lenti delle feste.

Pain aux raisins

Risvegli che hanno bisogno di coccole speciali, magari fragranti e profumati di burro.
Almeno una volta l’anno in #casaPeP non può mancare una produzione di brioche e, ogni volta, mi piace l’idea di utilizzare la pasta per qualcosa di diverso. Dei classici pain au chocolat o – perché no – anche delle deliziose girelle arricchite dalla crema pasticciera e l’uvetta come i pain aux raisins.



Pain aux raisins

La ricetta dell’impasto è sempre quello meraviglioso di Paoletta di Anice&Cannella, ma in questo caso ho omesso gli aromi di agrumi dato che il rum, la vaniglia e l’uvetta aggiungevano già molti aromi.
Questa volta ho utilizzato il mitico food processor della Hotpoint-Ariston, quindi la ricetta la trovate anche qui, insieme agli altri bravissimi Official Blogger! 🙂



Ingredienti per 13-14 pezzi:

530 gr di farina,
metà manitoba, metà 0
110 gr di zucchero
35 gr di burro + 340
gr di burro per la sfogliatura
2 tuorli
250 gr di latte
8 gr di sale
150 gr di lievito
madre (rinfrescato e bene in forza)
1 cucchiaino di
estratto di vaniglia
Per la crema pasticcera:
300 gr di latte
mezza bacca di vaniglia
2 tuorli d’uovo
100 gr di zucchero
30 gr di maizena
una noce di burro
150 gr uvetta qb
rum qb

tuorlo d’uovo per spennellare



Procedimento: 

Se avete tempo iniziate con l’autolisi:

fate sciogliere nel mixer il lievito madre
con il latte, tranne qualche cucchiaio che userete dopo.
Unite 300 gr di farina e amalgamate bene. Coprite
e lasciate riposare per circa 30 minuti.
Iniziate a impastare e unite 1 tuorlo,
qualche cucchiaio di zucchero e qualche cucchiaio di farina.
Fate sciogliere il sale nel latte e unitelo
all’impasto, aggiungete anche la restante farina tenendone da parte un
cucchiaio. Fate impastare finché l’impasto sarà ben omogeno e compatto.
A questo punto unite il burro a pezzetti, il
cucchiaio di farina rimanente, l’essenza di vaniglia e impastate finché avrete
un composto liscio, lucido e omogeneo.
Formate un rettangolo appiattendolo un po’,
chiudetelo nella pellicola e ponetelo in frigorifero per almeno 2 ore.
Trascorso questo tempo riprendete dal
frigorifero e, stendete il rettangolo.
Stendete in un rettangolo più corto anche il
burro. Per farlo mettete il burro tra 2 fogli di pellicola, così non vi
sporcherete e non avrete problemi a stenderlo. 
Posizionate il burro al centro della sfoglia, richiudete 2 lati esterni
di pasta sul centro e stendete nuovamente in un rettangolo stretto e lungo.
Per vedere come fare, io mi riguardo ogni
volta le foto tutorial di Anice&Cannella,  qui.
Richiudete a portafoglio l’impasto e
mettetelo in frigorifero per un’ora e mezzo.
Ripetete le pieghe ancora 2 volte
intervallando sempre con un riposo in frigorifero di un’ora e mezzo.
Terminata l’ultima piega, ponete di nuovo in
frigorifero e lasciatelo riposare tutta la notte.
Al mattino
preparate la crema pasticcera:
Mettete in una
pentola il latte e la bacca di vaniglia tagliata per il lungo e portare a
ebollizione. A parte montate i tuorli d’uovo con lo zucchero e, infine, unite
la maizena. Versate il composto nella pentola con il latte e continuate la
cottura senza mescolare. L’impasto di uova, zucchero e maizena galleggerà sopra
il latte. Quando il latte bucherà il composto di uova iniziate a mescolare con
la frusta finché avrà raggiunto la consistenza desiderata. Il tutto, da quando
versate il composto di uova sul latte a quando la crema sarà pronta, richiede
all’incirca mezzo minuto. Togliete dal fuoco e mettete la pentola in una
ciotola con acqua ghiacciata in modo da abbassare rapidamente la temperatura.
Versate la crema in una sac a poche e tenete da parte. 
Un’oretta prima
della formatura delle girelle, mettete l’uvetta in un bicchiere e coprite con
il rum.
Riprendete
l’impasto dal frigorifero e stendetelo in un rettangolo spesso circa mezzo
centimetro.
Cospargete di
crema pasticcera formando un velo sottile e cospargete con l’uvetta sultanina
ben strizzata.
A questo punto
avvolgete l’impasto su se stesso, sul lato lungo e tagliate il salsicciotto
ottenuto in strisce di circa 1,5 cm.
Disponete le
girelle ottenute su una placca coperta di carta da forno, coprite con la
pellicola e lasciate lievitare fino a che saranno ben gonfie e, facendo una
leggera pressione con il dito, l’impasto risalirà lentamente.
A questo punto
spennellate con il tuorlo sbattuto e infornate in forno caldo a 200° con
funzione ventilata per 5 minuti, poi abbassate a 180° e fate cuocere fino a
doratura. 
Stampa ricetta
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *