Pane alle patate con lievito madre

-
Il pane in casa mia non è mai mancato. La pagnottona di pane di Cutro è sempre stata lì, nel pensile accanto al frigo e, se quel pensile era vuoto, diventava fondamentale uscire per andare a comperarlo.  Quel pane dura una settimana, si leva la prima fetta dopo qualche giorno di giacenza in dispensa e torna come nuovo. Sempre pronto per una bruschetta al camino con olio e origano, per una fetta di pane e Nutella o per essere affondato nel delizioso olio dell’insalata di pomodori

A Milano questo piacere era diventato molto raro. Il pane dura 12 ore, è leggero leggero, spesso plasticoso.  La maggiore produzione è di panini, pagnotte ce ne sono poche, per lo più di tipo Altamura e costano uno sproposito. 1,55€ al kg del mio pane di Cutro, è rimasto un bel ricordo. 
Ogni tanto la mamma o qualche amico mi manda un pacco da giù con qualche leccornia, pane compreso ovviamente. 
Come ad esempio la settimana scorsa, direttamente da Crotone ho ricevuto un delizioso pacco contenente olio fan-ta-sti-co e giusto appunto una di quelle perfette e “pesanti”, ma solo nel peso, pagnotte che tanto mi mancano nella frenetica Milano. 
Appena aperto il pacco ho tagliato subito una fetta, l’ho condita con l’olio in questione e l’ho mangiata come se avessi in mano la cosa più preziosa del mondo. “Banalmente”, pane e olio buono. 
E’ pazzesco come le cose più semplici, quasi scontate nella nostra mente, diventino tanto importanti e vitali quando assenti. 
Chissà, forse proprio per questa necessità ho imparato a fare il pane in casa e amo tanto farlo, quasi sempre la stessa ricetta con semola e lievito naturale a richiamo delle mie origini. 
Ogni tanto però cambio e mi metto con le mani in pasta con il desiderio di sperimentare. Ad esempio per questo semplicissimo quanto gustoso pane. 
Semola, lievito naturale e fiocchi di patate che gli hanno conferito una struttura soffice all’interno e croccante fuori. Da rifare al più presto! 

Ingredienti
500 gr di semola di grano duro
100 gr di lievito madre
350 gr di acqua (andate ad occhio, le patate assorbono molto, se ne serve altra, aggiungete)
50 gr di fiocchi di patate
1 cucchiaino di malto
2 cucchiaini di sale
Olio per ungere


Procedimento: 

Sciogliere il lievito madre e il malto in acqua, unire qualche cucchiaio di farina, poi i fiocchi di patate e amalgamate. 
Unite man mano la restante farina e il sale. Impastate fino ad ottenere un composto uniforme. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio. 
A questo punto prendere l’impasto, dare un giro di pieghe a libro, ungete l’impasto per lavorarlo più semplicemente e date la forma al vostro pane. 
Io ho formato una spiga e una treccia. 
Per la spiga: prendete una parte di impasto e stendetelo in un cordone e sistematelo su un foglio di carta forno. Con le forbici tagliare l’impasto in perpendicolare, partendo da una punta del cordone e formare tante V ogni 5-6 cm. Spostare ogni V sul lato alternando una punta a destra e una a sinistra. 
Per la treccia: dividere l’impasto in 3 parti uguali e intrecciare direttamente su un foglio di carta forno. 
Scaldate il forno con pietra refrattaria a 250°C e, quando caldo, infornate lasciando il pane sulla carta forno. Abbassate la temperatura a 220°. 
La spiga sarà pronta dopo 20-25 minuti. Per la treccia ci vorranno 40 minuti circa.  
Lasciate raffreddare in forno semi-aperto, posizionando il pane in verticale.

English Version –  Potatoes bread

Ingredients: 
500 grams of durum 
100 g of yeast 
350 g of water (the potatoes absorb a lot, if it serves, add other water
50 grams of potato flakes 
1 teaspoon of malt 
2 teaspoons of salt 
Oil for greasing


Direction: 
Dissolve the yeast and malt in water, add a few tablespoons of flour, then the potato flakes and stir. Add the remaining flour and salt. Knead to obtain a compound uniform. Cover and let rise until doubled. 
Take the dough, make a folds like a book, grease the dough for simply kneading and give the form to your bread.
I formed an ear and a braid. 
For the ears: take a piece of dough and roll it out into a rope and place it on a baking sheet. With scissors cut the dough starting from a tip of the cord and form many V, perpendicular, every 5-6 cm. Move each side alternately pointing to the right and left. 
For the braid: Divide the dough into 3 equal parts and twist directly on a baking paper. Preheat the oven with baking stone to 250 ° C and, when hot, bake the bread, leaving the parchment paper. Lower the temperature to 220 °. The spike will be ready after 20-25 minutes. The braid will take about 40 minutes. Let cool in oven semi-open, placing the bread in vertical position.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.