Panini alla ‘nduja

-
World bread day, non potevo mancare, primo anno da blogger, ma non primo in cui, in questo giorno, vado per il web alla scoperta di pani meravigliosi in tutto il web. Guardandole mi sembra quasi di sentire l’odore di pane che inonda la casa…se non fosse che sono solo immagini!  
Questo pane potremmo dire che è un inno alla Calabria, all’inizio infatti pensavo di fare la mia solita pitta calabrese, poi ho pensato di impastarne tanta e di fare dei panini, perchè no, con la ‘nduja, altro prodotto tipico della mia terra molto amato anche nel resto d’Italia. Versatile, gustoso, saporito… è perfetto per dare un tocco in più a tantissimi piatti….e anche al pane! Però… quando mai il pane ha bisogno di un tocco in più? Diciamo solo che era una variante, ecco. 🙂

Ingredienti:

500gr di farina (io ho usato la Caputo Rossa, altrimenti 400g di farina 0 e 100 di manitoba)
12gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di sale
30gr di olio
1 cucchiaino di malto
290 ml di acqua
Procedimento: 
Sciogliere il lievito nell’acqua, impastare tutti gli ingredienti, tranne il sale e lavorare fino a che non prenda consistenza.  Aggiungere il sale, far incorporare impastando ancora per qualche minuto. Lasciar lievitare in una ciotola coperta fino al raddoppio. 
Dividere l’impasto in tanti pezzetti da circa 40-50 gr l’uno. Formare delle “pizzette” e al centro porci un cucchiaino scarso di ‘nduja. Chiudere i panini come per fare le pieghe del 2° tipo
Porre con la chiusura sotto,  su una placca da forno coperta di carta forno e, se desiderate “sporcate” di ‘nduja anche la superficie. Far raddoppiare e poi cuocere in forno caldo fino a che non si colora (più o meno 20 minuti). 
La struttura dei panini è completamente diversa rispetto alla pitta, ma, grazie alle pieghe,  prendono la consistenza di panini da buffet. 
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.