Risotto alla barbabietola - Peperoni e Patate

Risotto alla barbabietola

- -

Il risotto alla barbabietola è semplice da preparare, ma sempre molto scenografico da portare in tavola.

L’effetto wow regalato dalla barbabietola riesce a rendere tutto speciale facendo stupire i commensali grandi e piccini. Ci abitueremo mai a vedere un piatto fucsia o blu?

Io credo proprio di no: i colori della natura riescono sempre a stupirci, anche guardandoli con frequenza e avendoli spesso nel piatto… oltre che nel giardino!

Il risotto alla barbabietola si prepara esattamente come tutti i risotti e, solo alla fine, si aggiunge la polpa frullata di questo tubero: in questo modo si conserva tutto il suo gusto e anche lo splendido colore.

Se ami fare i risotti ti consiglio di dare un’occhiata alla sezione dedicata ai risotti nel mio Ricettario: troverai tante idee per abbinamenti particolari e d’effetto per i tuoi pranzi coccola o per gli appuntamenti a tavola in buona compagnia!

 

 

Vino in abbinamento e nuove tendenze

Con un piatto così non possiamo fare a meno di abbinarci un buon vino per goderci appieno il pranzo.

Ma prima di pensare a cosa bere con questo risotto, volevo mostrarvi questa interessante infografica realizzata da 8wines: una immagine che racconta come è cambiato il mondo della vendita online del vino con il Covid-19.

 

wine-industry-impact-covid19-pandemic

 

La pandemia ha cambiato completamente le nostre abitudini e anche nel mondo del vino è cresciuta esponenzialmente lo shopping online. Sono nate così nuove enoteche nel web e anche nuovi servizi che consegnano il vino in meno di un’ora e nella temperatura giusta.

Servizi che personalmente adoro e a cui mi rivolgo spesso: in questo modo è facile avere sempre il vino giusto per ogni piatto!

 

Ma tornando all’abbinamento con questo risotto alla barbabietola: con cosa lo beviamo?

Per me un buon bianco aromatico e fruttato come un Friulano o un Muller Thurgau.

Risotto alla barbabietola

Porzioni4 porzioni
Tempi40 min
Difficoltà
Facile
Stampa ricetta
Procedimento
1

Come preparare il risotto

Tritate finemente lo scalogno o una cipolla dorata e fatela stufare molto dolcemente nel burro, meglio se chiarificato, fino a quando diventerà trasparente.
In una pentola a parte fate tostare il riso: versate il riso in una pentola vuota, aggiungete un pizzico di sale e scaldatelo fino a quando sarà lucido e ben caldo. Quindi unitelo allo scalogno, alzate la fiamma e sfumate con il vino bianco.
Lasciate evaporare e poi unite uno o due mestoli di brodo caldo, mescolate e aggiungetene altro quando il precedente sarà evaporato.
Continuate così fino a quando il riso sarà quasi completamente cotto. Regolate di sale.
Intanto a parte frullate la polpa di barbabietola fino a ottenere una crema.
A 2 minuti dalla perfetta cottura del riso aggiungete la purea di barbabietola e mescolate. Lasciate scaldare e poi spegnete il fuoco. Aggiungete, una punta di cucchiaino di aceto (davvero pochissimo), il burro e il parmigiano e mantecate a fuoco spento fino a quando avrete un risotto cremoso e, come si dice in gergo, all’onda.
Lasciate riposare per qualche minuto, poi servite il risotto alla barbabietola completando con le nocciole tostate.
Al posto delle nocciole potete completare con ciò che più vi aggrada.
Un consiglio? Provate ad aggiungere alla fine una spolverata di terra di capperi che con la sua salinità crea un delizioso contrasto. Trovate qui la ricetta per prepararlo con il forno tradizionale oppure sul mio profilo Instagram il reel con la preparazione più rapida al microonde
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.