Tortelli di ricotta e erbe spontanee - Peperoni e Patate

Tortelli di ricotta e erbe spontanee

-

I tortelli di ricotta ed erbe spontanee, con burro e scorzette di limone, sono un primo piatto fresco, perfetto per un pranzo in famiglia o una cena tra amici.

Preparare la pasta è un rimando alle tradizioni di ogni casa, dove c’è sempre un membro più esperto che ne detiene il primato.

E se la pasta ha storia antichissima, quella ripiena, nata dall’esigenza di consumare gli avanzi, non sembra esser da meno!

Pensate infatti che i primi “tortellorum” pare risalgano ai pranzi di festa delle famiglie ricche bolognesi, già a partire dal XII secolo.

Per questa ricetta ho deciso di farcire i tortelli con un altro ingrediente “storico”: la ricotta. Il cremosissimo e versatile “non formaggio”, nato anch’esso dalla volontà di riutilizzare degli avanzi (i sieri derivati dalla lavorazione dei formaggi).

La ricotta rende perfettamente sia a crudo che cotta, ecco perché spesso viene utilizzata negli impasti e nelle farce di pasta e torte salate, ma anche in preparazioni dolci.

Tortelli di ricotta e erbe spontanee2

Per arricchirla ho scelto di utilizzare non i classici spinaci, ma delle erbe spontanee che amo raccogliere nei prati. Ci sono tantissimi libri per imparare a riconoscerle e penso sia un modo meraviglioso per familiarizzare di più con la natura che ci circonda e vivere al ritmo delle stagioni.

Un esempio sono l’ortica e il tarassaco, tra le più diffuse. Io ho raccolto poi del saporitissimo silene, conosciuto in Veneto con il nome di “stridoli” e l’alliaria petiolata o in gergo “erba aglina”, chiamata così per l’aroma agliato delle sue foglie. Di questa erba si possono consumare anche i fiori.

Voi potete utilizzare quelle che trovate e che più vi piacciono, ma considerate sempre i sapori di ognuna per capire come questi possano abbinarsi tra loro.

Per finire, i tortelli di ricotta ed erbe spontanee sono conditi semplicemente con del buon burro e delle profumate scorzette di limone, così da portare in tavola una ricetta speciale che farà sentire tutti un po’ a casa!

Un secondo da abbinare a questo primo piatto? Vi consiglio il Carrè di agnello in crosta con salsa olandese alla nocciola.

 

Se invece siete alla ricerca di altre ricette con le erbe spontanee provate anche:

Tortelli di ricotta e erbe spontanee

Porzioni4 porzioni
Tempi85 min
Difficoltà
Media
Stampa ricetta
Video
Procedimento
1

Per la pasta

Iniziate preparando l’impasto per la pasta.

Create una fontana con le farine e ponetevi all’interno l’uovo, un pizzico di sale e l’acqua. Iniziate a mescolare con una forchetta incorporando la farina ai liquidi poco per volta.

Quando avrete un composto lavorabile iniziate a lavorare con le mani con fino a quando avrete ottenuto un impasto liscio e omogeneo.

Coprite a campana e lasciate riposare per almeno 30 minuti.

 

Passate al ripieno: lavata e lessate rapidamente le erbe spontanee. Io ho utilizzato un mix di erbe dai sapori molto diversi: l’ortica, il silene, il tarassaco e l’alliaria petiolata o erba aglina.

 

Scolate bene le erbe e poi tritatele grossolanamente a coltello.

Preparate il ripieno unendo la ricotta, le erbe, l’uovo, il parmigiano, sale e pepe. Se il composto dovesse risultare troppo morbido unite poco pangrattato che vi aiuterà a farlo rassodare. Amalgamate il tutto e tenete da parte.

 

A questo punto riprendete l’impasto e stendetelo in una sfoglia sottile. Spesso per i tortelli si preferisce una sfoglia più spessa, ma personalmente prediligo sempre una sfoglia sottile. Considerate però che se dovete lasciarli riposare a lungo l’umidità del ripieno può rompere la pasta. In questo caso quindi tenete la sfoglia un filo più spessa.

 

Ricavate con un coppapasta dei dischi di circa 7 cm di diametro e posizionate al centro di ognuno una noce di ripieno.

Inumidite il bordo di ogni disco di impasto con poca acqua e poi chiudete a mezzaluna. Infine ripiegate per unire le punte esterne per formare il tortello. Guardate il video per poter capire meglio come procedere con la formatura.

Procedete così con tutto l’impasto e, man mano, disponete i tortelli su un piano infarinato.

 

Tortelli di ricotta e erbe spontanee3

2

Per la cottura e il condimento

Scaldate il burro in una comoda padella e unitevi una parte della scorza grattugiata del limone.

Intanto fate cuocere i tortelli in abbondante acqua salata.

Dopo che avrete messo in cottura i tortelli prelevate un mestolo di acqua di cottura della pasta, in questo modo sfrutterete l’amido rilasciato dalla farina, e unitelo al burro. Mescolate bene per emulsionare.

Quando i tortelli sono cotti uniteli al burro e mantecate.

Servite accompagnando con la restante parte di scorzetta di limone grattugiato e dell’altro parmigiano se gradito.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.