Vacanze in Calabria: la Costa degli aranci - Peperoni e Patate

Vacanze in Calabria: la Costa degli aranci

Calabria - Viaggi
Costa degli aranci - Caminia

La Costa degli aranci tra acque cristalline, borghi e accoglienza per i turisti. I miei consigli su cosa non perdere.

 

In provincia di Catanzaro si trova una zona chiamata “Costa degli Aranci” situata nel Golfo di Squillace capace di farvi perdere tra acque cristalline, piccoli borghi e cultura.

La zona è principalmente conosciuta per la sua costa fatta di deliziose calette o di lunghe spiagge sabbiose attorno al quale sono nati molti servizi anche per i turisti. E’ quindi una zona perfetta per trascorrere le proprie vacanze estive e scegliere di fare esattamente ciò che desiderate.

Inutile dirvi che il mare è splendido in qualunque posto vi fermiate, ma ci sono alcune aree dove il mare saprà conquistarvi ancora di più.

 

Il mare più bello

 

Caminia

Caminia (vedi prima foto) vi conquisterà al primo sguardo per le sue scogliere bianche alternate a lunghe spiagge altrettanto bianche. Il mare è di un azzurro intenso che non ha invidia delle più ambite spiagge tropicali. E’ un luogo perfetto per una giornata di relax sulla spiaggia, ma anche per fare un po’ di snorkeling tra le scogliere.

Pietragrande

A pochi chilometri dalla Baia di Caminia troviamo lo spettacolo suggestivo di Pietragrande che deve il suo nome a un grande scoglio staccato dalla costa. Il mare conserva lo stesso azzurro cristallino di Caminia e dopo la caratteristica scogliera che vi lascerà a bocca aperta, vi ritroverete a Calalunga dove una lunga spiaggia ricca di servizi vi aspetta.

 

Pietragrande

Pietragrande – Calalunga

 

Copanello di Stalettì

Se siete alla ricerca di totale relax un hotel sulla spiaggia a Copanello fa al caso vostro. La cala vi offrirà tranquillità, comodità e un mare splendido. Negli anni ’80 Copanello era meta dei ricchi e dei vip, oggi rimane un po’ di abbandono, ma questa storia è in grado di raccontare ancora la sua incredibile bellezza.

Da non perdere qui anche le Vasche di Cassiodoro, le vasche in mare create da Cassiodoro per l’allevamento dei pesci. Oggi sono un vero acquario naturale con acqua limpida e splendidi fondali.

 

Copanello beach - Hotel Il Gabbiano

 

Lo scorso anno ho trascorso proprio alla Baia di Copanello qualche giorno di relax: ho pernotatto all’Hotel Il Gabbiano dove ho trovato gentilizza, comodità (l’hotel è sulla spiaggia), spiaggia privata e anche un delizioso ristorante in cui mangiare cucina tipica e piatti di mare quasi con i piedi nella sabbia.

 

Cena - Hotel Il Gabbiano

 

Se cercate servizi, ristoranti, gelaterie e un lungomare su cui fare lunghe passeggiate allora vi consiglio la spiaggia di Giovino a Catanzaro Lido oppure Soverato, quest’ultima conosciuta anche per la movida nottura.

Se siete quindi alla ricerca di divertimento, discoteche e locali notturni, Soverato è certamente la meta giusta per voi.

 

Queste sono le mete più note, ma se cercate una vacanza tranquilla e mare bello vi troverete bene in tutto questo tratto di Costa.

 

 

L’entroterra: Catanzaro, San Floro e le Valli Cupe in Sila Piccola

 

Se oltre al mare avete voglia di qualche attrazione alternativa l’entroterra saprà regalarvi borghi, cultura e anche splendida montagna a meno di un’ora di strada.

Squillace

Un bellissimo borgo medievale ricco di storia che sa farsi apprezzare per i suoi vicoli stretti e l’ambiente caratteristico e anche per tutte le testimonianze che raccoglie al suo interno. Approfittate per fare una visita al suo Castello Normanno, scoprire i reperti storici racchiusi al suo interno e godere anche del panorama sul golfo.

Nel paese potrete visitare anche la Cattedrale, altre suggestive chiese tra cui quella sconsacrata di Santa Maria della Pietà e il Museo di Arte Sacra.

 

Catanzaro

Catanzaro è il capoluogo della Calabria ed è ricca di storia e cultura. Una tappa d’obbligo per chi si trova in vacanza in zona e, arrivando in città, il tour non può che partire dal Centro Storico.

 

Catanzaro 1 Catanzaro 2 Catanzaro

Tra i vicoli non perdete una visita al Duomo, alle varie chiesette e ai palazzi nobiliari più importanti per poi godervi una sosta a Piazza Grimaldi, salotto della città e un po’ di verde al parco di Villa Margherita e Villa Trieste.

A parte le attrazioni storiche, da non perdere il Parco della Biodiversità Mediterranea, una vera oasi in città e nasconde tantissima bellezza: biodiversità della flora, ma anche della fauna con un laghetto di cigni e ninfee e anche i daini e i cervi della Valle dei Mulini. Se sarete silenziosi potrete vedere anche tanti altri animali tra conigli, scoiattoli e una enorme varietà di uccelli.

Il parco, inoltre, offre anche tanta cultura con il Parco Internazionale della Scultura e la sua raccolta di 25 sculture di artisti di tutto il mondo.

 

Infine, non dimenticate anche di mangiare un piatto di morzello, ovvero la ricetta a base di trippa tipica della città da mangiare magari dentro un buon panino!

 

San Floro

Nella strada tra il mare e Catanzaro fermatevi a San Floro al Museo dei bachi da seta creato dalla Cooperativa Nido di Seta. Se prenotate in anticipo potrete anche fare una visita al gelseto.

Museo della seta San Floro

Nel Museo potrete vedere gli strumenti con cui nasceva la seta e vedere anche una chicca, la “seta del mare”. Un tessuto che nasce dal filo creato dal Pinna Nobilis (la cozza gigante, avete presente?) e in Sardegna si trova l’unica signora al mondo a lavorarla. Pensate che con 100 immersioni si raccoglie filo per ottenere 20 cm di seta del mare.

A San Floro si può vedere questo tessuto dal vivo e sentire i racconti bellissimi che si nascondo dietro questo prezioso tessuto.

 

A San Floro potete fare un giro anche da Mulinum, un’azienda agricola che ha recuperato e ricostruito la filiera del grano sul territorio curando dal campo alla tavola. Qui potrete fare un giro nel loro stupendo Giardino dei Sonagli e acquistare pane, biscotti e farine di questa azienda cooperativa che è un vero sogno realizzato.

Se siete in zona per ora di cena fermatevi qui per gustare una pizza seduti in mezzo alla natura.

 

Riserva Naturale Regionale delle Valli Cupe

In questa zona DOVETE (sì, proprio dovete 🙂 ) visitare la Riserva Naturale Regionale delle Valli Cupe. Una zona del Parco Nazionale della Sila piena zeppa di bellezze da scoprire.

Uno splendido canyon (dovrete avere le scarpe giuste), parchi avventura, cascate, gole e cascatelle. La montagna più vera e selvaggia si aspetta per regalarvi il meglio.

Se trascorrete una giornata in questa zona munitevi di costume da bagno e provate a immergervi nelle acque gelide e rigeneranti delle Cascatelle del Crocchio e fermatevi a pranzo in uno degli agriturismi di zona per gustare piatti tipici preparati con ingredienti del territorio a metro 0, altro che km. 🙂

 

Cascatelle del Crocchio

 

Dove Mangiare

Ristorante Luna Convento – Baia di Copanello: un ottimo ristorante in cui mangiare cucina di mare curata con un panorama mozzafiato davanti agli occhi.

Ristorante Abbruzzino – Catanzaro: ristorante * Stella Michelin in cui assaporare le eccellenti materie prime del territorio lavorate con maestria ed estro.

Ristorante Abbruzzino

 

Mulinum – San Floro: un mulino e i grani locali riscoperti in questa piana in cui sarebbe dovuta nascere una discarica per una pizzeria all’aperto che vi offrirà ottime materie prime, una buona pizza e un delizioso ambiente rupestre.

 

La Costa degli Aranci è raggiungibile dall’aeroporto di Lamezia Terme in 30 minuti.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.