Crudismo? Che sarà mai?

Eventi
In questi giorni ho avuto l’occasione di partecipare ad una serie di eventi molto particolari, ma soprattutto molto interessanti. Pian piano ve li racconterò tutti, cercando di non dimenticare qualche pezzo nel frattempo e sperando di non annoiarvi! 
Oggi  vi parlo di un tema veramente d’eccezione, il Crudismo, che conoscevo solo sommariamente prima di avere a che fare con Vito Cortese, chef crudista allievo di Matthew Kenney, uno dei maggiori esponenti del crudismo. 
Voi cosa immaginate quando dico crudismo?
Vi dico quello a cui pensavo io: insalate. Non c’era altro. Come si mangiano le verdure crude se non in insalata?
Mi immaginavo semi, tofu e i classici ingredienti presenti nella cucina vegana e vegetariana, ma consumabili da crudi.  
Ecco, prendete questa immagine e rimuovetela, perché dietro al crudismo c’è un mondo veramente inimmaginabile. 
Quando si parla di crudismo si parla di cibi che vengono “trattati” ad una temperatura massima di 42°. Oltre questa temperatura muoiono gli enzimi presenti nei cibi e quindi si ha a che fare con ingredienti “morti” o secondo la visione di noi comuni mortali… cotti. 
Per i crudisti meno estremi, è concesso anche il consumo di carne e pesce, ovviamente solo se crudi. 
Il crudismo, presentato dal punto di vista dello Chef Vito Cortese, può essere una scelta di vita, ma può anche essere semplicemente una parte della propria alimentazione, per poter cogliere i benefici garantiti dagli alimenti crudi. 
Oltre ai vegetali, sono molto usati i cereali e la frutta secca. I fondamentali accessori utilizzati per realizzare tutte le ricette sono 2: frullatore ed essiccatore. Pentole? Padelle? Forno? Non servono a nulla. Sapete quanto spazio guadagnerebbe la mia cucina???? 
Per presentarci il crudismo e farci capire le sue potenzialità lo chef ci ha proposto alcune sue ricette da da aperitivo, visto che l’orario era quello giusto! 🙂 
– Il Crudino, nonché il Crodino crudista..! Realizzato con kefir di cocco fermentato e poi aromatizzato con arancia e vaniglia.  (scusate per le foto indecenti..)
– Semi di zucca e di girasole speziati: dopo esser stati speziati vengono passati in essiccatore e diventano un appetizer delizioso!
– Pizzette di grano saraceno condite con pomodoro, rucola e crema di anacardi per ricordare il formaggio
– Champignon ripieni con pesto di salvia, noci, spinaci e porro.  
– Panzerotti con sfoglia di zucchine e garam masala ripieno di piselli e noci di macadamia
Gli ingredienti sembrano tutti cotti, ma in realtà sono semplicemente essiccati, cioè privati della propria acqua parzialmente o completamente. 
– Crackers di mandorle e rosmarino con formaggio di noci di macadamia. 
– Tortino al cioccolato dal cuore morbido realizzato con cacao crudo, farina di cocco, zucchero di cocco.
– Gelato realizzato con polpa di cocco, anacardi, latte di mandorla, sciroppo d’agave e olio di cocco. 
Tutti questi cibi che vedete che sembrano assolutamente cotti, sono semplicemente frullati ed essiccati. 
Come legante vengono spesso usati i semi di lino, al posto delle nostre classiche uova. 
Se volete saperne di più sull’argomento, da luglio sarà in vendita Cruditaly, un videoricettario in cui potrete conoscere le ricette e vederle realizzate direttamente dallo chef. 
Vi ho incuriosito un pochino??

Commenti

14 Commenti su "Crudismo? Che sarà mai?"

Il 13 Giugno 2012 alle 18:10
Günther ha scritto:
una gran bel post aiuta acapire di più il crudismo che non è solo insalata
Il 13 Giugno 2012 alle 19:37
Federica ha scritto:
Convinta proprio no, ma incuriosita sicuramente sì ^_^ Un bacione
Il 13 Giugno 2012 alle 20:37
Marina ha scritto:
Incuriosita tantissimo, già dalle foto su Twitter... per chiarire: le pizzette sono essiccate?! un abbraccio
Il 19 Giugno 2012 alle 14:13
Teresa Balzano ha risposto:
Esatto, sono essiccate!
Il 13 Giugno 2012 alle 20:37
elenuccia ha scritto:
Il tortino dal cuore morbido non cotto mi ha lasciato letteralmente senza parole...questa proprio non me l'aspettavo :))
Il 13 Giugno 2012 alle 20:18
Milen@ ha scritto:
Lo confesso: non sapevo cosa era il crudismo ....
Il 14 Giugno 2012 alle 07:24
nanocucina ha scritto:
mi hai incuriosita moltissimo! anche se dubito che potrei diventare crudista, mi piace troppo impastare il pane :)
Il 19 Giugno 2012 alle 14:49
Teresa Balzano ha risposto:
Quello anche a me, però è veramente un mondo enorme da scoprire!
Il 14 Giugno 2012 alle 12:40
giada ha scritto:
mi HAI APERTO UN MONDO!!! E anche io che pensavo alle insalate e cibi crudi, ma mai sarei arrivata a queste elaborazioni...direi interessanti!
Il 14 Giugno 2012 alle 18:38
La Femme du Chef ha scritto:
ciao Tery, come ti avevo scritto su instagram questi piatti mi incuriosiscono molto. parto anch'io dalle tue stesse nozioni, crudismo=insalata??? invece vedere dei piatti veri e propri che prendono vita senza bisogno di cottura è quasi incredibile, fa un po' chimico misterioso :-)
che tu sappia oltre al videoricettario - che a questo punto attendo con ansia - c'è la possibilità di seguire corsi/incontri sul tema?

baci
Claudia
Il 19 Giugno 2012 alle 14:14
Teresa Balzano ha risposto:
Vito, lo chef, è arrivato prima di me :-) sul suo sito trovi tutte le informazioni!
Il 14 Giugno 2012 alle 20:13
sabri ha scritto:
Un pochino? No, un bel po' direi. Molto interessante, peraltro sembra tutto delizioso.
Il 15 Giugno 2012 alle 08:48
Vito Cortese ha scritto:
Cara Teresa, questo articolo mi piace sempre piu'...grazie ancora!! E grazie anche dei commenti ragazzi, a giorni esce il mio sito nudocrudo.net con i vari corsi che faccio!
Il 19 Giugno 2012 alle 14:28
Teresa Balzano ha risposto:
Grazie mille per la risposta Vito!

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *