Calabria: in vacanza a Crotone

Calabria - Viaggi
Colonna di Capo Colonna

Crotone e provincia: mare, cultura e divertimento per tutta la famiglia.

 

Sui social mi avete chiesto di scrivere qualche itinerario sulla Calabria per avere consigli su cosa fare questa estate e io da cosa potevo iniziare se non da casa mia?

Allora in questo primo tour vi porto in vacanza a Crotone tra le strade in cui sono cresciuta, nel mare in cui ho fatto più bagni e con i piedi nella sabbia in cui più amo affondare.

 

Mare Crotone

 

Crotone è una città davvero poco considerata della Calabria. Di certo ha tanto lavoro da fare in fatto di turismo, ma negli ultimi anni è cambiata molto e posso dirvi che a mio avviso è la meta ideale per chi desidera una vacanza all’insegna della tranquillità e magari ha bambini piccoli e adolescenti da accontentare.

 

Innanzitutto, grazie all’Aeroporto di Crotone, è facile arrivare in città senza doversi sobbarcare ore e ore di auto.

L’aeroporto è servito da Ryan Air e per il centro città ci vogliono solo 15 minuti di viaggio in auto.

Se desiderate trascorrere una vacanza stanziale del tipo: hotel-mare-ristorante senza andare in giro, vi basterà prendere un taxi dall’aeroporto e trovare pernottamento sul lungomare cittadino. In questo modo avrete tutto a portata di mano e la vostra vacanza sarà proprio all’insegna del relax.

 

Se invece amate andare alla scoperta di posti nuovi e cambiare spiaggia ogni giorno, un’auto è fondamentale.

 

Crotone: perché è perfetta per le famiglie?

 

Se siete in vacanza a Crotone noterete subito che il mare oltre a essere limpido e pulito, è estremamente tranquillo.

In centro città le spiagge hanno la sabbia molto fine e dorata e l’acqua è molto molto bassa. Ci sono punti in cui è necessario camminare per oltre 10 metri per avere l’acqua alle ginocchia. 🙂

In generale Crotone e provincia hanno le acque più basse di tutta la Calabria.

 

Vedete quelle 2 persone a largo e con l’acqua appena alla vita? 🙂

 

Essendo anche molto calmo (e caldo), la spiaggia di Crotone è assolutamente perfetta per le famiglie con bambini piccoli.

Tanti sono i lidi attrezzati che dispongono di servizi per le famiglie e sul lungomare ci sono molti locali per una pausa pranzo o una cenetta golosa.

 

Se durante il giorno è possibile assaporare un gelato artigianale e un trancio di pizza, a sera il lungomare si popola di vita. Tanti sono i locali serali e l’offerta per la cena e il dopocena si moltiplica. Così anche i ragazzi hanno il loro da fare e saranno felici di poter bere una birra con gli amici fino a tarda sera. Il lungomare chiude al traffico, per cui i genitori possono stare tranquilli. 🙂

 

Il mare di Crotone

Se nel centro città la spiaggia è fine e l’acqua è bassa, spostandosi pian piano verso Capo Colonna il mare offre tante sfaccettature differenti.

Percorrendo la costa troverete acque più profonde e sabbia di diversa grandezza fino a calette incastonate tra gli scogli.

Prendendo l’auto meritano una visita le spiagge di Capo Colonna: una chicca deliziosa sotto la Torre di Scifo e poi andando oltre sono stupende da vedere anche le spiagge di Mare Pulito (è il nome del lido, ma potreste scegliere anche la parte di spiaggia libera) o di Marinella.

 

Da Capo Colonna entrerete all’interno della Riserva Marina più grande d’Italia: è l’Area Marina Protetta Capo Rizzuto che si estende dal Parco Archeologico di Capo Colonna fino al Castello Aragonese di Le Castella. In tutta quest’area la costa può davvero regalarvi sorprese.

Per goderla potete scegliere di visitarla spiaggia dopo spiaggia da terra oppure di fare qualche esperienza via mare.

Se l’attraversate via terra informatevi bene sui confini della Riserva perché, per favorire la tutela della flora e della fauna marina, in alcune zone è assolutamente vietato l’accesso sia da terra che da mare se non con specifiche visite guidate.

Al porto di Crotone è possibile affittare motoscafi per gite giornaliere e da Le Castella sono tanti i servizi proposti: potrete scegliere tra l’affitto di una barca a vela, una crociera guidata da un capitano e marinai, una gita nel battello con il fondo di vetro per vedere, oltre agli splendidi fondali, anche le colonne dell’Antica Grecia sommerse.

Disponibili anche esperienze di ittiturismo e diving.

Se invece non amate mettere la testa sott’acqua potrete vedere i fondali marini e la fauna che abita la Riserva all’acquario di Capo Rizzuto.

 

Spiagge assolutamente da non perdere:

  • Scifo, esattamente sotto la torre: una spiaggetta posta in una caletta protetta. Pochi anni fa qui ho visto anche i cavallucci marini. 🙂 La strada per arrivare è un po’ tortuosa.
  • Spiagge rosse a Capo Rizzuto: qui la sabbia è rossa, la spiaggia è incastonata nella macchia mediterranea e l’acqua più che cristallina.
  • Le Castella: fate un bagno nella spiaggia posta sotto al castello aragonese. L’acqua è azzurra e limpidissima e il panorama sul castello è impagabile.

 

Non solo mare: cosa vedere a Crotone

La costa di Crotone è conosciuta anche con il nome di Costa dei Saraceni, segno del lungo passaggio dei Saraceni in queste terre.

A Crotone e in tutta la provincia tanti sono i reperti rimasti di questa popolazione e, primo da tra tutti, c’è il Castello di Carlo V, una fortezza nata proprio per proteggersi dai Saraceni. Intorno al castello è d’obbligo una passeggiata per la città vecchia fatta di vicoli stretti, palazzi nobiliari e un’atmosfera unica che fa sentire davvero calati nel passato.

Passeggiando per le vie del centro storico fermatevi a visitare le chiesette di Santa chiara e Sant’Antonio prima di arrivare al Duomo, punto di congiunzione tra città vecchia e città nuova.

Una volta arrivati in Piazza Pitagora, la piazza principale della città, affacciandovi sotto i portici e attraversando un piccolo arco di pietra, entrate nel Mercato cittadino. Non aspettatevi la Boqueria di Barcellona, ma nel suo piccolo e nella sua rustica imperfezione, il mercato di Crotone ha il suo fascino.

 

 

Troverete la frutta e la verdura dei contadini, mazzi di origano selvatico, il peperoncino in polvere e il profumo delle conserve tipiche. Alzate gli occhi verso le case della città vecchia e lasciatevi trasportare da questa immagine antica.

 

 

Crotone è anche Magna Grecia e il promontorio di Hera Lacinia ne è il massimo esempio. Qui troverete i resti della vecchia città greca e anche l’unica colonna rimasta di un tempio dedicato appunto ad Hera Lacinia.

Questo promontorio, chiamato Capo Colonna, è un punto di contatto tra terra, cielo e mare. Un luogo estremamente suggestivo e spirituale in cui aprire il cuore e sentirsi parte di qualcosa di più grande. Camminando per il parco archeologico rivolgete gli occhi al mare perché, se siete fortunati, potreste avvistare i delfini.

Oltre ai resti dell’Antica Grecia a Capo Colonna troverete anche un museo dedicato.

Da qui inizia la Riserva Marina Capo Rizzuto.

 

 

Parco Archeologico Capo Colonna

 

Dedicate del tempo anche a una rilassante passeggiata sul porto e sul lungomare, quest’ultimo uno dei più belli della Calabria.

 

Nei dintorni di Crotone

Questo tratto della Calabria porta i segni di tante invasioni e la provincia è disseminata di testimonianze.

Da non perdere il comune di Santa Severina e il Castello Carafa costruito dai Normanni per difendere il territorio dall’invasione saracena. Tutto arroccato su una montagna il castello sembra fondersi con la roccia.

 

Estremamente caratteristico e sicuramente uno dei borghi più conosciuti della Calabria è Le Castella. Avete presente la classica pubblicità del castello sul mare?

Ecco, siamo proprio a Le Castella.

Si tratta di un piccolo borgo sul mare molto turistico in cui poter godere di una passeggiata per i negozietti, fare scorta di souvenir e, soprattutto, visitare il Castello Aragonese posto su un isolotto sul mare collegato alla terra ferma solo da un sottile istmo.

Ricordate infine che con un’ora di auto potrete arrivare in Sila che regala attività davvero di ogni tipo e panorami incredibili che merita un itinerario tutto suo. La Sila è incredibile e una giornata tra i colori e i sapori della montagna sarà una bella sorpresa per chi visita la Calabria per la prima volta e per chi è abituato solo al suo mare.

Andando verso nord troviamo invece Cirò Marina che potrà regalarvi qualche ora alla scoperta del vino locale. Parte  dell'”Enotria” ovvero terra del vino, Cirò è una zona ricca di vigneti e cantine che in estate organizzano diversi  tour guidati.

A Cirò Marina non perdete inoltre i Mercati Saraceni, una antica piazza utilizzata in antichità dai Saraceni per gli scambi commerciali.

Troverete importanti reperti storici anche a Cariati, un borgo medievale a cui si accede passando dalla porta della lunga cinta muraria. Il centro storico nasconde tanti tesori come la Cattedrale e tanti palazzi signorili.

Non dimentichiamo infine che Crotone è anche montagna e il passo verso la Sila con meravigliosi boschi, sapori genuini e attrazioni per grandi e piccini, è davvero molto breve.

 

Mangiare a Crotone

Se siete in vacanza a Crotone, non dico che sia proprio come essere a Napoli, ma in fatto di pizza sappiamo il fatto nostro. I crotonesi amano la pizza e la mangiano in ogni modo. Troverete la pizza al taglio romana o alta, la pizza tonda classica oppure la napoletana. A Crotone vale la pena mangiare la pizza ed ecco i miei consigli a riguardo:

  • Pizzeria Momò, sul lungomare: se cercate una pizza in stile napoletano con ingredienti di qualità e un ottimo impasto;
  • Pizzeria Romana per la pizza al trancio basso, tipo romana appunto, oppure per il calzone fritto (non chiamatelo panzerotto!)
  • L’Insolito, sul lungomare (accanto Momò) per la pinsa romana.

 

 

 

Se invece siete alla ricerca di un ristorante troverete molta cucina di mare. I miei consigli:

  • La Pignata: cucina di mare a seconda di quello che offre la stagione e il pescato. Qui potrete godere di una carrellata di antipasti infinita che vi toglieranno davvero la voglia di pesce. 🙂
  • Da Ercole: se siete alla ricerca di una cucina un po’ più raffinata e particolare con pesce freschissimo Ercole è una garanzia ormai da tanti anni. Nel menù anche piatti particolari della tradizione come la “pasta con le scrine”, una tipologia di alghe.

 

Fuori città:

  • Fattoria San Sebastiano a Strongoli per assaporara la cucina tipica;
  • Kuta Restaurant a Sant’Anna per i sapori dell’orto e ottimi formaggi di bufala;
  • Ruris a Isola di Capo Rizzuto se cercate qualità e un po’ di estro nel piatto.

 

Non dimenticate infine che la provincia di Crotone vanta ben 2 stellati e distano entrambi pochissimo dalla città: Dattilo a Strongoli e Pietramare Natural Food a Isola di Capo Rizzutto nel bellissimo villaggio di Praialonga.

 

Prodotti tipici da non perdere

I formaggi di pecora: a Crotone tanti sono gli allevamenti di pecore e, passeggiando per le campagne vedrete pascolare molti greggi. E’ dal loro latte che nasce il Pecorino Crotonese DOP, una vera eccellenza locale e anche la ricotta di pecora fresca e stagionata. Sappiate che una volta assaggiata quella ricotta di pecora non sarà più lo stesso. 🙂

Olio Extravergine d’oliva dell’alto crotonese DOP: pochi sanno che Calabria è anche ottimo olio extravergine e in questa zona si può trovare il migliore della regione. E’ un olio delicato e fruttato che può davvero conquistare.

 

 

Conserve: lasciatevi trasportare nei sapori delle conserve con i peperoni salati e le olive schiacchiate. Sono sapori che sanno di campagna e tradizioni e hanno il profumo del finocchietto selvatico.

Tra le conserve una voce speciale va dedicata alla sardella, una conserva tipica di Crucoli e Cirò ottenuta dal bianchetto e polvere di peperoncino. È davvero unica nel suo genere e tale eccellenza viene resa bene dalla descrizione tipica ovvero “Il caviale dei poveri“.

Il Pane di Cutro: un pane ottenuto con semola di grano duro, lievito madre, acqua e sale che per me è semplicemente speciale. La mollica è compatta, la crosta croccante e una durata sopra ogni aspettativa. Il pane di Cutro resiste in dispensa anche per 2 settimane.

 

 

A Crotone con il cane

Il comune di Crotone permette l’accesso ai cani in tutte le spiagge libere. Possono fare il bagno, ma solo se tenuti al guinzaglio.

I cittadini non sono sempre propensi ad accoglierli per cui potreste trovare persone molto disponibili, ma anche tanti pronti a fare storie per paura o semplicemente fastidio.

Nel quartiere Gabella è nato anche un lido dog friendly.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *