Ricette dalla Calabria: le seppie arriganate - Peperoni e Patate

Ricette dalla Calabria: le seppie arriganate

-

Le seppie arriganate sono un secondo di pesce della tradizione calabrese: gustoso, facile e veloce da preparare!

Sapori, odori, profumi di casa. In questo piatto semplicissimo della mia terra si trovano ingredienti che parlano di lei appieno, la Calabria.
Il peperoncino in polvere, possibilmente piccante, l’origano rigorosamente selvatico, l’olio extravergine che ricorda gli uliveti sterminati e il profumo del mare portato dalle seppie, l’ingrediente principale.
Seppie arriganate
Questa ricetta, di una semplicità assoluta, sa di passato e di tradizione eppure sa rimanere anche attuale rispondendo ai gusti dei giorni nostri.

E’ un piatto semplice, ma che conquista. Di fondo è quello che riesce a fare la tradizione, no?

 

Scopri tutte le mie ricette calabresi!


English Version –  Cuttlefish with oregano and chili powder

Ingredients: 
1 kg of cuttlefish
chili powder to taste
dried oregano
a clove of garlic
extra virgin olive oil, about half a cup
less of half a glass of white wine vinegar


Direction: 

Clean the cuttlefish from entrails and discard the outer skin. Then cut them into strips and keep the tentacles whole or divided into 2-3 parts.
Sauté a clove of garlic in oil in a frying pan. Add the squid and chilli powder. Cook over medium heat until the squid will release all the water and begin to become more tender. At this point blende with vinegar and complete with oregano.
Simmer until the sauce will be restricted, the smell of vinegar is no longer sour and squid are tender.
Serve cuttlefish hot.

Seppie arriganate - ricetta calabrese

Porzioni4 porzioni
Tempi35 min
Difficoltà
Media
Stampa ricetta
Procedimento
Pulite le seppie dalle interiora ed eliminate la pelle esterna.
Tagliatele poi a strisce e tenete i tentacoli interi o divisi in 2-3 parti.
Fate rosolare uno spicchio d’aglio in abbondante olio in una comoda padella. Unite le seppie e il peperoncino in polvere. Fate cuocere a fuoco medio finché le seppie rilasceranno tutta l’acqua e inizieranno a diventare più tenere. A questo punto sfumate con l’aceto e completate con l’origano.
Lasciate cuocere finché il condimento si sarà ristretto, l’odore dell’aceto non sarà più acre e i molluschi saranno teneri.
Servite le seppie ben calde.
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.