Baci di Cherasco - Peperoni e Patate

Baci di Cherasco

Paese che vai, sapori che trovi e se vai a Cherasco il sapore è quello dei suo famosi Baci.
Una storia che nasce nel lontano 1881 insieme alla pasticceria Barbero cioccolato quando, per salvare i frammenti di nocciola che venivano scartati dal taglio dei torroni, questi ultimi si univano al cioccolato fondente.
Nascono così i “cioccolatini fantasia”, così ben riusciti da conquistarsi il nome (e il marchio registrato) di Baci di Cherasco nel 1939.
Ho chiesto a Giancarlo Torta, pasticciere della Pasticceria Barbero, la ricetta e qualche consiglio per prepararli in casa e ora lascio a voi queste preziose informazioni:
1. Per rompere le nocciole si usa il matterello come da tradizione. Solo in questo modo si otterranno pezzi irregolari di nocciola e si eviterà la fuoriuscita del loro olio;
2. il cioccolato deve essere al 60%, la percentuale perfetta per avere un cioccolatino equilibrato in cui il sapore del cioccolato non copra quello della nocciola.
Una volta fatti in casa, non vi rimane che venire a Cherasco per assaggiare gli originali!
Io sarò lì l’11 settembre per un evento davvero speciale, venite anche voi?

Baci di Cherasco

Porzioni10 porzioni
Tempi30 min
Difficoltà
Facile
Stampa ricetta
Procedimento
Rompete le nocciole passandovi sopra con il matterello per romperle in modo grossolano e non troppo uniforme.
Tritate un terzo del cioccolato e fate fondere i restanti due terzi a bagno maria. Quando sciolto, togliete dal fuoco e unite la parte rimanente di cioccolato. Mescolate per amalgamare fino a quando anche quest’ultimo cioccolato sarà fuso.
Aggiungete le nocciole e amalgamate.
Prelevate un cucchiaino del composto e formate un mucchietto su un foglio di carta forno.
Continuate così fino al termine degli ingredienti.
Lasciate raffreddare e, una volta asciugati, gustate!
Baci di Cherasco_procedimento1 Baci di Cherasco_procedimento2Baci di Cherasco_procedimento3Baci di Cherasco_procedimento4Baci di Cherasco_procedimento5
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.