Il tronchetto di Natale

Buongiorno! Passato bene il Natale?? 
Per me è finita con un bel tete-à-tete con il mio malaticcio, sia per la Vigilia che per il pranzo di Natale. Pensavamo finisse a brodini e invece di spumante, una bella aspirina effervescente, invece  siamo riusciti a goderci dei pranzetti niente male! 🙂 
Abbiamo guardato film di Natale e ci siamo anche divertiti a preparare questo tronchetto di Natale, o Buche de Noel per i francesi che ne sono i creatori. 
Diversamente da quanto si è dimostrata essere la realtà, ho sempre pensato che questo dolce avesse una preparazione lunga e complessa, l’ho sempre guardato con un certo punto interrogativo, come se fosse una specie di panettone francese, con preparazione infinita e difficoltà elevata, con qualche “aroma panettone” che la rendesse speciale e invece, come anche il panettone ha dimostrato, non ci sono misteri, solo un po’ di impegno e di prodotti di qualità. 
In realtà questo dolce non è neanche minimamente paragonabile al panettone, prenderà in totale circa 2 ore per realizzarlo, se non meno, e non ci sono passaggi critici o il rischio di non incordare bene l’impasto! 😉
Anche se arrivo in ritardo con questa ricetta, magari sono in ancora in tempo per qualcuno che vorrà mettere le mani in pasta per Capodanno. Di Natale o no, questo tronchetto fa sicuramente la sua bella figura!

Con la foto mi ripeto… quella dei rotolini di crepes al salmone mi era piaciuta tanto con i suoi toni caldi e le lucine dell’albero come se fossero fatate…

Ed ecco il procedimento per la realizzazione….
Per la pasta biscotto (già vista qui):
Ingredienti:
4 uova (albumi e tuorli separati)
80gr di farina
20 gr di fecola
100gr di zucchero
Vaniglia
Procedimento:
Montare gli albumi con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. A parte montare i tuorli con un pizzico di sale. Unire metà dei tuorli agli albumi e poi, alternandoli, un po’ di albumi e un po’ di farina e fecola fino al termine degli ingredienti. Incorporare il tutto delicatamente, possibilmente con una spatola invece che con il frullatore in modo da non smontare il composto. Coprire con la carta forno una teglia di 25×30 e versarvi il composto senza agitare troppo l’impasto, altrimenti si corre il rischio di smontare l’impasto. Cuocere in forno a 180° per 10 minuti. Preparare uno strofinaccio umido e, una volta pronta la pasta biscotto, spostare l’impasto con la faccia libera sopra lo strofinaccio e delicatamente eliminare la carta forno. Arrottolare per bene l’impasto con lo strofinaccio (rimane il rotolo “farcito” con lo strofinaccio) e lasciarlo così fino a che non si sarà raffreddato.
Per la crema pasticcera:
2 tuorli d’uovo
2dl di latte
60gr di zucchero
1 cucchiaio di maizena
1 bacca di vaniglia
1 cucchiaio di cacao amaro
70 gr di cioccolato fondente
Procedimento:

Come al solito seguo le indicazioni di Luca Montersino
Unire in una pentola il latte, la vaniglia tagliata per il lungo e portare ad ebolizzione. A parte montare i tuorli d’uovo con lo zucchero e, infine, aggiungere la farina e il cacao. Versare il composto nel latte e continuare la cottura senza mescolare. L’impasto di uova, zucchero e farina galleggierà sopra il latte. Dopo qualche secondo (una trentina di secondi al massimo di solito) dall’ebollizione, quando il latte “bucherà” il composto di uova iniziare a mescolare con la frusta finché non avrà raggiunto la consistenza desiderata e spegnere. Aggiungere il cioccolato fondente in scaglie, mescolare finché non è completamente fuso. 
Per la ganache al cioccolato per la decorazione:
2 dl di panna
200gr di cioccolato fondente
Procedimento:
Scaldare la panna portandola quasi ad ebollizione. Spegnere e aggiungere il cioccolato fondente ridotto a scaglie. Una volta fuso completamente, porre il contenitore in un bagnomaria freddo con del ghiaccio e iniziare a montare con delle fruste elettriche finchè il composto non si monta. Se non riuscite ponete il contenitore per un paio di minuti nel congelatore e poi ripetete l’operazione. Una volta montato si potrà iniziare con la decorazione.

Montaggio:
Farcire il rotolo con la crema pasticcera, riavvolgerlo e lasciar riposare in frigo per un paio d’ore prima di decorare.
Intanto preparare la ganache e, una volta pronta potrete decorare il tronchetto.
Riprendere il rotolo dal frigorifero, pareggiare entrambi i bordi esterni e tagliare all’estremità 2 tagli obliqui in modo da ricavarne due pezzi che formeranno i rami. Spalmare di ganache la parte su cui si appoggerano i rami e posizionare quest’ultimi, uno sul laterale e uno sulla parte alta. Non farete fatica, rimangono subito fermi. Ricoprire bene di ganache l’intero tronchetto lasciando scoperte le sezioni dei tronchi, cioè dove si vede il ripieno. Una volta coperto tutto e livellata la crema, servendosi di un pennello di silicone o di una forchetta decorare il tronco in modo da definire la corteccia. Ed ecco qui, il tronchetto è pronto!
Potete deciderlo di decorarlo a piacere o lasciarlo così.
Se lo consumate dopo poche ore, lasciate il tronchetto a temperatura ambiente, nel caso in cui trascorre molto tempo, riporlo in frigorifero e levarlo qualche ora prima di servirlo. 

    Condividi
    Avete provato una mia ricetta?
    Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
    #lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.