Zuppa di lenticchie con crostini di polenta

-
La zuppa di lenticchie è una di quelle ricetteche mi ricordano tanto casa, affetto, il focolare…
La faccio quando ho voglia di qualche gusto noto, che però non ti stanca mai, quando ho voglia di farmi una coccola… Di solito le mangio da sole, ma anche con pezzi di pane o, come mi piace tanto, con la pastina.
Ovviamente, però, quando ho detto al mio ragazzo che volevo fare la pastina con le lenticchie mi ha guardato un po’ maluccio e mi ha detto “Si va bè, allora con la polenta”… Voleva essere una battuta, non sapendo che, quando si parla di testare abbinamenti, non può rischiare troppo con una foodblogger in casa!!
L’idea di fare i crostini di polenta è nata così in un battibaleno e portata subito in tavola….
Inutile dire, che mi è piaciuto molto e sapete cosa…. penso proprio che l’idea sarà riproposta per Capodanno! Magari presentata in cocottine individuali e i crostini a fare da decoro. Può essere un’idea no? 🙂

Ingredienti (x 2 persone):ù
150gr di lenticchie
2-3 pomodori pelati
1 costa di sedano
Mezza cipolla
Olio evo
Sale
Polenta gialla (farina di mais, acqua, sale)

Per le lenticchie:

Lavare le lenticchie e porle in una pentola con sufficiente acqua (dovrà superare le lenticchie di almeno il doppio del volume), iniziare la cottura e far cuocere a lungo (anche un paio d’ore). Io ho utilizzato la pentola a pressione, 35 minuti e lenticchie erano pronte! A parte, in un pentolino far soffriggere in olio evo, la cipolla tritata e la costa di sedano tagliata in 2-3 pezzi. Aggiungere i pelati e spezzettarli grossolanamente. Far cuocere bene il pomodoro (una decina di minuti) e, una volta pronto, aggiungere il tutto alle lenticchie. Far insaporire per bene prima di servire. 

Per la polenta:
Ammetto, io ho usato quella che impiega 5 minuti a cuocere, chiedo venia!
Però, se proprio volete farla con tutti i sacri crismi, va portata ad ebollizione l’acqua salata (più o meno un litro di acqua per ogni mezzo chilo di farina) e poi si aggiunge la farina lentamente, mescolando sempre in modo da non far formare grumi. Mescolare continuamente per almeno 45 minuti. La polenta è pronta quando si staccherà dalle pareti, ma l’ideale sarebbe superare l’ora di cottura. Se non l’avete mai fatta, preparatevi ad un gran lavoro, sembra facile, ma in realtà è una fatica enorme!!

Una volta pronta la polenta, disporla dentro una pentola antiaderente unta d’olio e formare una sorta di frittata. Lasciarla freddare un attimo e tagliarla a quadretti. Grigliare i quadretti su una piastra e servire insieme alla zuppa di lenticchie. 
Trovo che questo abbinamento sia ideale anche per la cena di Capodanno! Un modo alternativo e goloso per servire le lenticchie (è piaciuto anche al mio ragazzo!!) e con lo zampone tipico diventerà ancora più completo.

Con tanta tanta gioia oggi partecipo alla Staffetta dell’amicizia e ringrazio tanto Federica per avermi coinvolto in questo! Ne sono felicissima!!!!

Le regole del gioco sono queste:

a)-creare un post inserendo il logo della staffetta e invitare le 14 bloggine che vorresti conoscere meglio;

b)-postare le 8 domande qui di seguito (togliendo le mie risposte a fianco, ovviamente!):

1- Quando da piccoli vi domandavano cosa volevate fare da grandi cosa rispondevate?
La biologa marina!! Vi sembra un lavoro tipico da bambini???? Eh, niente ballerina o astronauta…andavo sul pratico!!

2- Quali erano i vostri cartoni animati preferiti?
Da piccola….. oddio non so cosa scegliere… Mimì? Jhonny è quasi magia?!
E da grande…. alla tenera età di 15 anni, Piccoli problemi di cuore!

3-Quali erano i vostri giochi preferiti?
Sicuramente mio fratello, la mia vicina di casa e il mio cane!! :)) Certo, giocavo con le Barbie, con le bambole, ma volete mettere stare in giardino a combinar danni con i miei compagni di avventure??? 🙂

4-Qual’è stato il più bel vostro compleanno e perchè?
Lo scorso… visto che durante il mio compleanno capitano sempre cose brutte, l’anno scorso il mio ragazzo lo ha fatto durare 3 giorni e mi ha coccolato in un modo…. Quando si dice sentirsi una principessa!! Ha anche cucinato con me e per me per farmi divertire, è stato bellissimo!

5-Quali sono le cose che volevate assolutamente fare e non avete ancora fatto?
Viaggiare, viaggiare, viaggiare, e vedere tutto il mondo!

6-Quale è stata la vostra prima passione sportiva e non?
Assolutamente il nuoto! L’acqua è il mio elemento, non potevo che vivere per sguazzare, praticamente da quando sono nata!

7-Quale è stato il vostro primo idolo musicale?
Raf! A 6 o 7 anni ho tartassato mio padre finchè non mi ha regalato il cd de “Il battito animale”
Ora…. ho cambiato genere…. dei System of a down che ne pensate?? 😛

8- Qual’è stato la cosa più bella chiesta(ed eventualmente ricevuta) a Babbo Natale, Gesù Bambino, Santa Lucia?
Ma sapete che non me ne ricordo neanche uno al momento?
E neanche chiesta, non mi piaceva chiedere i regali, volevo che fossero spontanei… che bimba intellettuale!!
Non so per cosa mi è stato regalato, ma ormai grande mia madre mi ha regalato Ciccio Bello, era una bambola che lei amava particolarmente e mio fratello gliel’ha distrutta quando era piccolino… così io ho sempre pensato in modo dolce a questo bambolotto!

c)- rispondere alle stesso sul vostro post

E ora vediamo a chi passare la palla……. tutte persone che trovo speciali e sarebbe bellissimo poter conoscere di persona….

– Libera di Accanto al camino;
– Terry di Crumpets&co
– Blueberry di Blueberry mood

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.