Arrosto di vitello con mele e Calvados

-
arrosto mele e calvados

Frutta, frutta, frutta! Ecco il tema del periodo! Non è che vi siete già stancati??? :)))
Beh, pensando alla frutta in questo momento mi vengono in mente più le pappette preparate nel week end per il mio malaticcio (eh, questi uomini forti!:-) ) che si avvicinano più alla mela grattugiata che non a grandi abbinamenti e pietanze, ma riguardando questa foto un po’ di acquolina in bocca torna ancora…

Ricordate la cena per cui ho preparato queste tagliatelle?
Ecco, questo era il secondo… L’accostamento delle mele e calvados lo hanno reso davvero un piatto succulento. Il sugo della carne era perfetto, le mele lo hanno reso denso, corposo, non dolce, ma saporito, la carne tenerissima grazie alla pentola a pressione

Di solito fare gli arrosti non è proprio la cosa che preferisco, cotture sbagliate, rischio di avere una crosta troppo dura, o troppo asciutta, ma in questo caso la soddisfazione per il risultato ha fatto superare tutto il resto! :))
Bene, con questo arrosto posso dire che le mele e il calvados non stanno bene insieme solo nel sorbetto…. E’ che si amano! Mica si possono dividere 2 innamorati, no??? 🙂

 

Ingredienti:
1 arrosto di vitello da 1 kg
2 mele
Mezzo bicchiere di calvados
1 foglia di alloro
Qualche foglia di salvia
Sale e pepe nero
Un po’ di farina
1 spicchio d’aglio
Olio evo

Procedimento:
Passare il pezzo di carne nella farina. Pelare le mele e tagliarle a tocchetti. Nella pentola porre 4-5 cucchiai di olio evo e lo spicchio d’aglio. Far rosolare l’aglio e aggiungere la carne facendola colorire per bene dai lati. Aggiungere 3/4 delle mele e sfumare con il calvados. Aggiungere mezzo bicchiedere d’acqua e chiudere la pentola a pressione (altrimenti, se utilizzate una pentola normale, controllare di tanto in tanto la cottura e, quando necessario, aggiungere altra acqua). Da quando fischia far cuocere 7-10 minuti. Spegnere, far sfiatare la pentola e aprire. Aggiungere le mele rimanenti, riporre su fuoco medio e far stringere il sughino per una 5-10 minuti. Se la carne è cotta e il sughino non è ristretto, togliere la carne dalla pentola e far continuare la cottura. Far raffreddare completamente la carne e affettare (io ho usato l’affettatrice). Servire con un po’ di sugo nel piatto da portata e, visto che le mele creano un sugo ben denso e consistente, il resto potete metterlo in una sughiera e aggiungerlo direttamente nei piatti.

PS. L’utilizzo della pentola a pressione, oltre ad accorciare i tempi, rende la carne tenerissima, compresi eventuali nervetti della carne.
– L’alloro trovo che dia un aroma ancora più particolare, spezia ideale per accompagnare le mele.

Ho pubblicato per casualità questa ricetta stamattina, proprio insieme ad un evento nazionale, ma che dico, mondiale dei foodblogger dedicato alle mele: il primo contest di Arabafelice!
Sapete come si chiama?? Inventa…Mela! Dal titolo emerge subito la sua fantasia e simpatia, per cui non si può fare altro che… invetargliene una no?!

Su su, cosa ci fate ancora qui??? Andate a comprare le mele!

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.