Frollini alla fava tonka

Non avevo mai provato la fava tonka prima di questi frollini. Non ero mai riuscita a trovarla da nessuna parte finché Libera non si è accorta di questa mia “mancanza” e ha pensato di rimediare mandandomene un pacchetto. Sapete che sorpresa bellissima è stata per me? 
Appena aperto il pacchetto sono stata inebriata da profumi dolcissimi che hanno riempito la mia cucina per giorni.  Una delizia, quindi mille grazie a Libera per questo splendido regalo! 
E per questi biscotti devo ringraziare anche un’altra persona, la mia collega di lavoro, con cui ogni giorno chiacchierando, trotterelliamo insieme verso casa, che mi ha prestato il suo spara-biscotti.
Sapete quanta soddisfazione dà quest’aggeggio???? 
In pochissimo tempo, ho “sparato” biscotti di tutte le forme e non potete immaginare quanto mi sia divertita! 
Sicuramente, se avete dei bimbi, sarebbe un bel gioco da fare insieme. 🙂
La ricetta di questi frollini proviene da Sara di Fior di Frolla, eliminata la crema di pistacchi e sostituita l’arancia con una buona grattugiata di fava tonka, sono rimasti loro, dei semplicissimi, ma profumati e aromatici frollini buonissimi. 
Ottimi da colazione, ma anche per l’ora del thé o per qualsiasi sfizio e voglia di dolce della giornata! 
Ingredienti: 
400 g di farina 00
200 g di burro freddo di frigo
120 g di zucchero a velo setacciato
4 tuorli
Fava tonka grattugiata
Procedimento (copiato direttamente da Sara):

Con la planetaria (o in alternativa con il mixer, utilizzando le lame metalliche e procedendo ad impulsi) lavorate, utilizzando il gancio a k e a bassa velocità, lo zucchero a velo insieme al burro salato a pezzetti. Unite i tuorli, uno alla volta, quando si saranno incorporati aggiungete la farina e la scorza di arancia grattugiata. Impastate fino a quando gli ingredienti saranno amalgamati ed otterrete una pasta lavorabile. Prelevatela dalla ciotola, se necessario impastate brevemente a mano, dividetela in due parti, alle quali darete la classica forma a palla, e avvolgetele nella pellicola alimentare. Lasciate riposare in frigorifero per almeno 2 ore.
Trascorso questo tempo scaldate il forno a 180° e stendete la pasta, un pezzo alla volta, su di una spianatoia infarinata portando la sfoglia ad uno spessore di circa 5 mm (io invece ho messo l’impasto nello spara-biscotti e li ho formati direttamente su una teglia rivestita di carta forno). Servendovi di un tagliabiscotti circolare del diametro di circa 5 cm ritagliate tante sagome dalla pasta frolla, tenendo presente che dovranno essere in numero pari. Proseguite in questo modo fino ad esaurimento di tutta la pasta. Disponete le sagome su di una teglia rivestita di carta da forno distanziandole di circa 2-3 cm in modo da non farle attaccare e trasferitele in frigo per circa 15 minuti. Cuocete una teglia alla volta a 180° per circa 10 -12 minuti o fino a quando vedrete una leggera doratura superficiale (non devono colorire troppo). Trasferite i biscotti sull’apposita griglia e lasciate raffreddare.
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.