La famosa Sette Veli

-
Torta Sette Veli
Un evento speciale merita una Torta Sette Veli.
Qualche giorno fa è stato il compleanno del mio ragazzo, evento per cui ho iniziato a prepararmi con un mese di anticipo.
Fino a 3 anni fa ordinavo sempre la torta in pasticceria, ma, dopo un evento abbastanza “particolare”, ho iniziato a farle in casa.
Appunto 3 anni fa, infatti, dopo mesi e mesi di adorazione della vetrina di una pasticceria nel cuore di Milano, decido di ordinare lì la torta per il compleanno del mio ragazzo. “Vorrei quella torta con i frutti di bosco. Dose… per 4 persone. Ci scriva Auguri Ste.”
Torta sette veli

Tutta contenta torno a casa con la mia magnifica torta che avevo trovato già bella impacchettata al momento del ritiro. Decido di non aprirla fino alla sera, quando sarebbe stata presentata agli invitati e al festeggiato stesso. Decisione sbagliata!!!!

Da una confezione curata, grande abbastanza da contenere una torta da 30 cm di diametro esce fuori…. un bignè!!!! La torta aveva un diametro di 15cm al massimo!!!!
Risultato: torta tagliata direttamente in 4 pezzi e mangiata! Ci sarebbe stato un bis, ma ovviamente non c’è stata possibilità.
Alla fine è stato motivo di gioco e presa in giro per giorni. ma che delusione!!
Da allora ogni anno vado alla ricerca di un dolce nuovo da poter realizzare con le mie manine per rendere un pò più speciale il compleanno del mio amore…
Girovagando su Gennarino mi sono imbattuta nel laboratorio della Sette Veli… è stato amore!
E’ proprio la torta compleanno 2010!!
Ben consapevole che le mie capacità artistiche non sono delle migliori mi sono comunque lanciata nell’impresa.
Cercando bene tra tutti i post sulla Sette Veli avevo trovato un bel file di Joebetto e Sandra di Coquinaria da cui ho preso la ricetta del pan di spagna al cioccolato.
Lunedì, però, tornata su Gennarino, ho trovato il post dello Zio Piero .
La sua ricetta mi ha attratto subito, così ho continuato seguendo le sue indicazioni.
La torta doveva essere pronta per martedì sera. Domenica ho preparato il pan di spagna, il disco di cereali e la pasta di nocciole. Lunedì pomeriggio ho preparato le creme e composto la torta. A sera è stato il turno della glassa e ho iniziato a ricoprire la torta, processo terminato al mattino dopo. Decori di cioccolato realizzati al lunedì sera e utilizzati al martedì.
Posto la ricetta del Pan di spagna di Joebetto e Sandra e del disco di cereali, per il resto vi rimando al post dello Zio Piero che non poteva essere più esaustivo di così.

Torta Sette Veli

Pan di spagna

Ingredienti:

5 uova medie

150 g di zucchero
110 g di farina
40 g di cacao amaro
una punta di cucchiaino di lievito
Bacca di vaniglia
Procedimento:
Montare le uova e lo zucchero finchè, sollevando le fruste, l’impasto non “scrive” (tempo necessario: 15-20 minuti). A questo punto spegnere l’impastatrice e unire, poco alla volta, la farina, il lievito e il cacao setacciati. Versare l’impasto in una teglia precedentemente imburrata e porre in forno a 170° per 35-40 minuti.
Io ho ridotto la dose di lievito alla punta di un cucchiaino e non ho aggiunto tutta la farina poiché l’impasto mi sembrava diventare troppo “duro”.
Se avessi trovato prima la ricetta del pan di spagna dello Zio Piero, avrei utilizzato quello (non me ne vogliano Joebbetto e Sandra!).

Disco di cereali

Ingredienti:
Cornflakes e riso soffiato (più o meno un pugno scarso di ognuno)
50gr cioccolato fondente
30gr burro
un cucchiaio di zucchero
Procedimento:
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, aggiungere il burro e lo zucchero. una volta pronto unire i cereali e mescolarli bene. Stendere su un foglio di carta forno e spianarli. Formare un cerchio della dimensione desiderata e riporre in frigo. Utilizzare una volta solidificato.
Ed ecco il risultato finale…

La fetta della torta sette veli

Non è perfetta, ho ricoperto con la glassa (rimasta troppo liquida) presto e la torta non era abbastanza fredda. Il disco di cereali era troppo spesso.
In ogni caso è stato un successo e il festeggiato ha gradito molto!! 🙂
Difficoltà
Media
Stampa ricetta
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Commenti

10 Commenti su "La famosa Sette Veli"

Il 22 Marzo 2010 alle 08:24
Genny G. ha scritto:
e che fa sta meraviglia no npartecipa al contest della bontà!:D?? dai dai dai..poi tra calabresi ci si capisce!:D(peperoni e patate è la ricetta del cuore!)
Il 22 Marzo 2010 alle 12:56
Anonimo ha scritto:
Te L'ho detto che prometti bene, questa torta (l'ho rifatta con alcuni accorgimenti)é fantastica.
Ciao Luisa.
Il 22 Marzo 2010 alle 12:15
Tery ha scritto:
@Genny: Ciao Genny, sii peperoni e patate è proprio la ricetta del cuore! Non riesco a trovare il tuo contest, non è che potresti darmi qualche riferimento per trovarlo?

@Luisa: grazie per il sostegno!! Hai ragione, è davvero ottima, posso chiederti quali modifiche hai apportato?
Il 22 Marzo 2010 alle 15:14
Gaia ha scritto:
meravigliosa..
sei troppo pignola, di sicuro era buonissima!!
Il 22 Marzo 2010 alle 22:44
Tery ha scritto:
Pignola rispetto alla realizzazione fantastica degli altri bravissimi cuochi!
Però sono molto soddisfatta, era proprio buona!
Il 24 Marzo 2010 alle 10:07
Lo Ziopiero ha scritto:
Tery, ma è bellissimaaaaaaaaaaaaa!!!!

Brava, brava, brava!!!!

(e poi l'hai pure postata il giorno del mio compleanno!!!)
Il 25 Marzo 2010 alle 10:39
Tery ha scritto:
Si, vero, era proprio il giorno del tuo compleanno! eh, eh, precisa io! :PPPP Ovviamente non ci avevo neanche pensato, ma sono contenta della combinazione!!
Grazie per i complimenti, sei rassicurante!! :DD
Il 29 Agosto 2010 alle 08:15
accantoalcamino ha scritto:
Dov'ero io quando postavi questa torta^ Sai che non ho il coraggio di farla? Mi sembra così difficile:-(
Il 29 Agosto 2010 alle 21:33
Tery ha scritto:
Qui avevo appena iniziato! Il secondo post del blog :))
I singoli elementi non sono difficili da realizzare, più che altro è il montaggio che mi ha fatto paura! Però secondo me è un rischio che vale la pena di correre!
Il 16 Marzo 2011 alle 23:08
Ancutza ha scritto:
che bella torta, non la conoscevo, me la segno subito.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *