Olive in salsa vandalusa

La nonna del mio critico gastronomico personale – nonché fidanzato – ha una grande passione per la cucina. Ha gli scaffali coperti di libri e riviste, catalogate dagli anni ’50 a oggi. Di ognuna sa che ricette ci sono, quale è più affidabile, e ogni giorno tira fuori “quella rivista lì” perché c’è una ricetta che vuole provare. Se solo avessi la metà della sua memoria per la mia collezione di 3 anni di Sale&Pepe!!


Mai che mi ricordi su quale numero ho visto una specifica ricetta….. Per questo motivo ringrazio profondamente chi ha pensato di redigere un indice annuale delle ricette con tanto di pagina e numero di Sale&Pepe: Chiunque sia, lei è un genio! 🙂
Ma tornando alla nonna: il nipote adora qualunque cosa esca dalla sua cucina e, una parte delle sue sperimentazioni diventano ricette di famiglia.
Un esempio sono queste olive, una delle conserve più golose che abbia mai incontrato. Saporite, adatte da abbinare a tantissimi piatti o semplicemente da mangiare spalmato sul pane o a cucchiaiate.
Vi avviso, correrete un grosso rischio: una volta provata… ne diventerete dipendenti! 



Ingredienti per 2 persone:
1kg di olive verdi in salamoia
100 g di tonno sott’olio
100 g di acciughe
100 g di capperi
250 g di polpa di pomodoro
1 cucchiaio di prezzemolo
1 cucchiaio di peperoncino secco tritato
4 spicchi d’aglio
Qualche foglia di basilico
Olio evo qb (per rimanere in tema con il post precedente, io ho usato il Tre Cime della Fattoria San Sebastiano)

Procedimento: 

Tagliate le olive a fettine e tenete da parte. 
In un mixer unite tutti gli altri ingredienti ad esclusione dell’olio e della polpa di pomodoro. Frullate il tutto, poi unite il pomodoro e date una rapidissima frullata per amalgamare il tutto. 
Unite questa crema grossolana alle olive tagliate a rondelle e mescolate. 
Prendete i vasetti precedentemente sterilizzati (dovrebbero venirne 8 da 250ml) e versate un filo d’olio sul fondo. Riempite per metà con le olive, coprite con un filo d’olio e completate il vasetto aggiungendo olive fino a riempirlo completamente e coprendo con altro olio evo. Sigillare e riempire tutti gli altri vasetti nel medesimo modo. 
A questo punto i vasi andranno sterilizzati. Preparate una pentola alta, avvolgete i vasetti in un panno in modo che non si tocchino tra di loro e con la pentola. Posizionateli nella pentola, copriteli d’acqua e ponete sul fuoco. Calcolate 30 minuti dall’ebollizione. Fate raffreddare nell’acqua della pentola, poi asciugarli e conservarli in dispensa. 
Si conservano per diversi mesi (se riuscite a farli durare!) 

English Version –  Olives in “Vandalusa” sauce

Ingredients: 
1 kg of green olives in brine
100 g tuna in olive oil
100 g of anchovies
100 g of capers 
250 g of tomatoes sauce
1 tablespoon of choped parsley
1 tablespoon of dried peppers 
A few basil leaves 
4 cloves of garlic 
Olive oil, just enough




Direction: 

Cut olives into slices and set aside.
In a blender add all the other ingredients except oil and tomato. Blend everything, then add the tomato sauce and give a very quick mix to everything.
Add this cream to olives ​​and stir.
Take the previously sterilized jars (should come 8 jars of 250ml) and pour a little oil on the bottom. Fill half of jar with olives, cover with a little olive oil and fill the jar adding olives filled to the birm and cover with more olive oil. Seal and fill all the other pots in the same way.
At this point, the jars will be sterilized. Prepare an high pot, wrap the jars in a cloth so that they do not touch each other and with the pot. Place them in the pot, cover with water and place on the fire. Calculated 
30 minutes 

by boiling. Leave the jars to cool in the pot, then dry them and store them in the pantry.


The olives keep well for several months (if you can make them last!)

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.