Orecchiette risottate con patate, provola e pancetta

Questa ricetta me l’aveva data una mia compagna di università siciliana. Molto semplice da realizzare, è un primo molto goloso e anche rapido considerando che si fa tutto sul momento!
Al mio ragazzo piace tanto, per cui quando non ho particolare voglia di cucinare, ma voglio fare qualcosa che lo faccia felice, questo è un’ottima soluzione!
Sicuramente degna di nota è la modalità di cottura che non è la tipica a cui siamo abituati, anche se ormai non è neanche una novità! In ogni caso questo metodo di cottura consente di ottenere un primo molto legato al condimento, quindi immaginate che saporino finale vien fuori!
Una volta conosciuta la tecnica si può provare con qualunque condimento, e ogni volta viene sempre buonissima!

Ingredienti per 2 persone:

160-180gr di orecchiette o altra pasta con questo tipo di struttura (gnocchetti sardi ad esempio)
1 patata grande o 2 piccole
Mezza cipolla tritata
1 fetta di provola
Pancetta a cubetti
Olio evo
Sale e pepe nero
Brodo vegetale

Procedimento:
Preparare il brodo vegetale (io uso il mio dado casalingo). Mondare e tagliare a cubetti le patate.
In una padella ampia e dai bordi alti, far soffriggere la cipolla tritata senza farla colorire, aggiungere le patate e far andare per qualche minuto, sfumando con il vino bianco ed eventualmente aggiungere un mestolo di brodo per non farle friggere.
Aggiungere la pasta e, come per un normale risotto,  unire un mestolo di brodo, mescolare, far asciugare e aggiungere ancora brodo, così fino a cottura ultimata della pasta. Quando è quasi cotta, Far saltare la pancetta in un filo d’olio in modo da renderla croccante.

Una volta cotta la pasta, schiacciare qualche pezzetto di patata, e far mantecare il tutto con la provola tagliata a cubetti. Unire la pancetta e servire.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.