Panbrioche senza impasto con gocce di cioccolato

Questa brioche senza impasto ha fatto il giro della rete. L’ho vista veramente ovunque, e la  madre della ricetta non poteva essere che una esperta pasticcera come Tuki che l’ha adattata dalla ricetta di un libro.
Visto il successo avuto in rete non potevo esimermi dal provarla, ma – come ormai saprete – non utilizzo praticamente mai il lievito di birra, per cui non potevo che realizzare questa brioche con la mia adorata pasta madre, la mia bambina…ehmmm 

Per adeguare la ricetta, ho cambiato leggermente il procedimento di realizzazione per evitare che il lievito madre venisse a contatto diretto con i grassi o il sale. 
Inoltre, ho aggiunto inoltre le gocce di cioccolato nell’impasto (che non ci stanno affatto male!) e ho completato con una spolverata di zucchero di canna per ingolosirlo ulteriormente. 
La brioche è sofficissima e perfetta con un leggero strato di marmellata, però per renderla ancora più profumata, la prossima volta aggiungerei qualche aroma. Se volete provare la ricetta, vi consiglio unire al burro fuso la scorza grattugiata di limone e arancia e lasciarla insaporire per mezz’oretta prima di utilizzarla. 

Ingredienti per uno stampo da plumcake:

250 g di farina Manitoba
50 g di lievito madre
100 g di burro fuso freddo
75 g di acqua a temperatura ambiente
2 uova medie a temperatura ambiente
50 g di miele di acacia (io di tiglio, ne avevo uno troppo buono per non usarlo)
1 pizzico di sale

150 g di gocce di cioccolato (io misto fondente e al latte)
Zucchero di canna per completare
Questa volta non l’ho messo, ma l’aggiungerei: buccia grattugiata di limone e arancia

Procedimento: 

In una ampia ciotola sciogliere il lievito madre nell’acqua. A parte mescolare le uova appena sbattute, il miele, il sale ed il burro fuso (lasciato raffreddare) e mescolare fino a rendere omogeneo il composto. Aggiungere una parte di farina al lievito madre sciolto in acqua, poi aggiungere il composto di uova e infine la restante farina. Lavorare brevemente con una forchetta fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Sigillare la ciotola e lasciare per 4 ore a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo porre l’impasto in frigorifero e lasciarlo riposare almeno 24 ore, ma potete dimenticarvelo fino 5 giorni, anche se Tuki consiglia 48 ore. 
Quando lo riporterete fuori dal frigorifero, dividere l’impasto in tre e formare una treccia, oppure dividerlo in quattro parti con cui formare delle palline che andranno sistemate in fila in uno stampo da cake ben imburrato (30 x 11 cm circa). Coprire lo stampo con un panno umido e lasciar lievitare al caldo fino a quando la brioche avrà quasi raggiunto il bordo dello stampo. Pennellare la superficie con poco burro fuso o con un uovo battuto, cospargere con lo zucchero di canna e cuocere a 180-190°C per circa mezz’ora o fino a quando la brioche non sarà ben dorata. Si conserva bene anche per più di un giorno, ben chiusa in un sacchetto di plastica oppure in un contenitore a chiusura ermetica.






English Version –  No knead sourdough brioche


Ingredients: 

250 g of Manitoba 
flour  

50 g of yeast


100 g cold butter, melted


75 g of water at room temperature

2 medium eggs at room temperature
50 g of honey with delicate  flavour (lime for me)
1 pinch of salt
150 g chocolate chips (I mixed dark and milk)
Sugar cane to complete


This time I didn’t put it, but I would add: grated rind of lemon and orange


Direction: 
In a large bowl, dissolve yeast in water. In separate bowl mix the beaten eggs, honey, salt and melted butter (cooled) and stir until the mixture become homogeneous. Add some flour to the yeast dissolved in water, then add the egg mixture and finally the remaining flour. Working briefly with a fork until mixture is smooth and homogeneous. Seal the bowl and leave for 4 hours at room temperature. After this time place the dough in the refrigerator and let stand at least 24 hours, but you can forget for 5 days, although is recommended 48 hours.
When you bring him back out of the fridge, divide the dough into three and braiding, or divide it into four parts with which to form into balls that will be arranged in a row in a well buttered cake mold (30 x 11 cm). Cover the mold with a damp cloth and let rise in a warm until the buns have almost reached the edge of the mold. Brush the surface with a little melted butter or beaten egg, sprinkle with brown sugar and bake at 180-190 ° C for about half an hour or until the pastry is golden. It keeps well for more than a day, in a tightly closed plastic bag or an airtight container.
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.