Pasta e fagioli (cotti al camino)

- -
pasta e fagioli
Le vacanze in #casapep non sono ancora terminate.
Un’auto rotta dovrebbe essere una disdetta, eppure il mio lui, (Jab anche se inconsapevolmente) e io, stiamo gioendo dei ritmi ancora calmi, delle passeggiate sulla spiaggia con lancio di legnetti mattutini, delle uscite senza giacca e del caminetto pomeridiano.
In tutto ciò ci abbiamo messo di mezzo anche qualche ora di lavoro. Io in giardino sotto il sole, guardando il mare e lui al tavolo della cucina per poi ritrovarci seduti in poltrona davanti al camino con il computer sulle gambe.
Si lavora, ma l’umore rimane vacanziero.
Pasta e fagioli

In questo clima fatto di riposo e tempi dilatati avevo voglia di godere delle cotture lente del caminetto.
Così ho chiesto alla mamma di tirare fuori la pignata – pentola di terracotta alta e dalla bocca stretta – e preparare i fagioli cannellini (oltre che le lenticchie per Capodanno ovviamente 🙂 ).
Da piccola li mangiavo solo appena usciti dalla pignata semplicemente conditi con un filo d’olio.
Niente pasta, niente fronzoli. La cottura lenta e un filo di olio buono è tutto ciò che serve per godere della giusta coccola.

 

Pignata
La pignata

Tuttavia in casa è la pasta e fagioli ad avere il primato.
Mentre io non l’ho amata per tutta l’infanzia, il resto della famiglia ne va ghiotta tanto che, tra le storie di famiglia, ritorna frequentemente il racconto di un pranzo di Ferragosto, in barca, in una caletta sperduta di un’isola greca, in cui il piatto forte era proprio la tanto amata pasta e fagioli, coperta di peperoncino ovviamente.


Ingredienti per 4 persone:
200 gr di pasta mista
200 gr fagioli cannellini
2 pomodori pelati
un quarto di cipolla
olio evo qb
basilico fresco, 2-3 foglie
peperoncino in polvere a piacere

Procedimento: 

Mettete i fagioli nella pignata e copriteli con abbondante acqua. Considerate almeno due terzi in più rispetto ai fagioli. Chiudete la pignata con un coperchio e mettete accanto al fuoco, dentro il camino.
Lasciate cuocere per 4-5 ore. Controllate ogni tanto in caso vada aggiunta altra acqua e schiumate la superficie. I fagioli sono pronti quando saranno diventati morbidi.
La pignata può essere usata anche sui fornelli di casa, avendo cura di tenere il fuoco molto basso.
Quando sono cotti i fagioli, tritate finemente la cipolla e fatela rosolare in olio evo. Unite due pomodori pelati, rompeteli con un mestolo e fateli cuocere. Quando i pomodori sono cotti unite i fagioli con una parte dell’acqua di cottura della pignata.
Fate cuocere a fuoco lento ancora mezz’oretta, giusto il tempo per fare insaporire bene il tutto. Se avete del basilico fresco, unitevi 2 o 3 foglie prima di spegnere.
Fate cuocere la pasta e, quando cotta, unitela ai fagioli. Amalgamate bene il tutto e servite accompagnando con peperoncino piccante in polvere a piacere.

 

English Version –  Pasta and “cannellini” (White Kidney) beans

Ingredients: 
200 grams of mixed form pasta
200g cannellini beans
2 peeled tomatoes
a quarter of onion
extra virgin olive oil to taste
fresh basil, 2-3 leaves
chili powder to taste



Direction: 

Put the beans into a clay pot and cover with plenty of water. Consider at least two-thirds more than the beans. Close the pot with a lid and put it beside the fire in the fireplace.
Let it cook for 4-5 hours. Check often and if it is dry then add more water and skim the surface. The beans are ready when they become soft.
The clay pot can also be used on the stove, taking care to keep the fire very low.
When the beans are cooked, finely chop the onion and sauté in olive oil. Add two peeled tomatoes, break them with a wooden spoon and cook. When the tomatoes are cooked, add the beans with a part of the cooking water of the beans.
Cook over low heat about half an hour, just enough time to mix all the flavor. If you have fresh basil, add 2 or 3 leaves before turning off.
Cook the pasta in boiling water and when cooked, add it to the beans. Mix well and serve accompanied with chili powder to taste.
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.