Radiatori con fave e gamberetti

-
Oggi sarei voluta arrivare con il racconto su ciò che è accaduto al Tutto food (ancora in corso, quindi siete ancora in tempo per andare!), ma in questi giorni mi sono dedicata di più al fare che non allo scrivere e rielaborare.
Così oggi, giusto per non lasciarvi a secco, vi faccio vedere questo piatto di pasta semplicissimo, ma che può essere un modo goloso per far digerire le fave anche a chi non le adora (leggasi tra le righe: il ragazzo di Tery, piccola donna disperata che cerca in tutti i modi di far ingerire verdure,legumi, becchime, ecc. ecc. all’uomo di casa 😉 ).
Detto questo, vi lascio alla difficilisssssima ricetta che entra nel blog più perchè la foto mi mette allegria e mi fa pensare alla primavera, il momento in cui io esco dal letargo invernale per godermi i colori e i profumi della natura in rinascita. Ecco, rinasco con lei.  

Ingredienti x 2 persone:
150 gr di radiatori
Un pugno di fave
1 pugno di gamberi
Prezzemolo tritato
Sale e pepe
Olio evo
1 spicchio d’aglio

Procedimento:
In un’ampia padella far soffriggere l’aglio nell’olio. Aggiungere le fave e far cuocere per qualche minuto, eventualmente aggiungendo un goccio d’acqua per non farle friggere o bruciare. Intanto cuocere la pasta.  Quando pronte aggiungere i gamberetti, far cuocere. Salare, pepare e completare con prezzemolo tritato. Amalgamare con la pasta. Per rendere tutto più legato, unire un filo d’olio a crudo e servire.
Io ho fatto così per questione di tempi, ma secondo me l’ideale sarebbe frullare una parte di fave in modo da ottenere una crema e creare quindi un fondo goloso che avvolge la pasta. 
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.