Tasca di pollo alle verdure: la mia ricetta per #ChickenChef

-
Ho scoperto che il pollo in Italia non può essere allevato in batteria da almeno 50 anni.
Ho scoperto anche che in Italia è illegale l’uso di ormoni per far crescere e ingrassare prima gli aninali. 
Nella nostra nazione inoltre il pollo in commercio è al 99% italiano e, in tutta Europa, le carni italiane sono considerate le migliori e sono le più all’estero. 
Chi l’avrebbe mai detto? Noi che ne diciamo peste e corna quando si tratta di polli della grande distribuzione!
Certo, non possiamo certo dire che il pollo del contadino abbia lo stesso gusto di uno del supermercato, ma almeno abbiamo la rassicurazione che, se acquistiamo delle fettine del banco delle carni in un centro commerciale, non ingurgiteremo ormoni, antibiotici e quant’altro. 
Tasca di pollo


Ovviamente fate attenzione alla provenienza, ma quasi certamente acquisterete polli nati e cresciuti in Italia.
Ho fatto queste scoperte grazie al portale W il pollo, il blog informativo di Una Italia (Unione Nazionale Filiere Agroalimentari Carni e Uova), il consorzio che riunisce tutti i principali produttori di carni avicole e che ha da poco lanciato il concorso #ChickenChef.
Ricette semplici e sfiziose adatte anche ai principianti ai fornelli. 
Io ho partecipato con questa tasca. Semplice da realizzare, ma non così scontata come la classica fettina in padella 🙂 



Ingredienti per 4 persone:

un petto di pollo grande
un broccoletto
un pugno di fagiolini
un uovo
3-4 cucchiai di parmigiano grattugiato
olio extravergine di oliva
mezzo bicchiere di vino bianco
uno spicchio d’aglio

sale e pepe



Procedimento:

Lavate
e fate lessare o cuocere al vapore il broccolo diviso in cimette e i fagiolini
puliti e tagliati in pezzi di 2-3 centimetri.
Mentre
le verdure cuociono dividete il petto di pollo in 2 per il lato lungo. Dovrete
tagliare al centro, dove c’è l’ossicino centrale.
Poi
tagliate ogni parte per il lungo formando 2 fette spesse. A questo punto
infilate un coltello da cucina abbastanza lungo al centro di pezzo sul lato
stretto e allargate appena l’apertura in modo da formare una tasca. E’ più
difficile descriverlo che realizzarlo.
Quando
le verdure saranno cotte schiacciate il broccolo con una forchetta, unite
l’uovo, il parmigiano,  il sale e sbattete il tutto come per una frittata.
Unite i fagiolini.
Riempite
con questo composto ogni tasca e sigillate con uno stuzzicadenti.
Fate
rosolare uno spicchio d’aglio con 3-4 cucchiai di olio, unite il pollo farcito e
fate rosolare a fiamma vivace su entrambi i lati.
Unite
pochissima acqua e coprite con un coperchio. Fate cuocere per circa 5 minuti
finché il pollo risulta ben cotto.

Al termine della cottura sfumate con il vino bianco e
servite.


English Version –  Pocket and Stuffed Chicken 

Ingredients: 
a big chicken breast
a broccoli
a handful of green beans
an egg
3-4 tablespoons of grated Parmesan cheese
extra virgin olive oil
½ cup white wine
a clove of garlic
salt and pepper


Direction: 
Wash and boil or steam broccoli divided into florets and green beans, cleaned and cut into pieces of 2-3 cm.
While the vegetables are cooking divide the chicken breast in 2 on the long side. You’ll have to cut in the middle, where there is the central bone.
Then cut each piece lengthwise to form 2 thick slices. At this point pierce a kitchen knife long enough to the center of the piece on the tight side and extended the opening so as to form a pocket. It is more difficult to describe than make it. 
When the vegetables are cooked mash the broccoli with a fork, add the egg, Parmesan, salt and beat all as for an omelette. Add the green beans.
Fill each pocket with this mixture and seal with a toothpick.
Sauté a clove of garlic with 3-4 tablespoons of oil, add the stuffed chicken and fry over high heat on both sides.
Combine with very little water and cover with a lid. Cook for about 5 minutes until chicken is well cooked.
Pour in the white wine and serve.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.