Bavaresini ai 3 cioccolati

-
Vi capitano mai quei giorni in cui nulla vi riesce bene? Ci provate a fare le cose decentemente, ma per qualche strano motivo tutto gira storto?
Ammetto, a me capita abbastanza piuttosto spesso. Sarà perchè faccio sempre mille cose insieme e il pericolo che neanche una riesca bene è elevato, sarà perchè la testa gira al contrario, o sarà il caso, comunque sono una maestra nel fare disastri!
Ecco, l’ultima volta che ho avuto una giornata del genere è stato in occasione di un pranzo con amici.
L’idea del mio menù mi piaceva molto, autunnale, goloso, sfizioso… questo però tutto in potenza, perchè la realtà si è tradotta in un menù mediocre, sapete che delusione?
Antipastino… crostatine brisèè di castagne con zucca, condimenti vari, pizzettine di sfoglia… ecco, le faccio sempre, com’è che anche queste non mi si siano gonfiate a dovere? Eppure la temperatura del forno era quella, il processo lo stesso….e va bè, sono buone lo stesso, andrà meglio con il primo!
Troccoli con il ragù bianco di anatra con profumo di arancia, gnammm che bontà l’idea!! Si, solo l’idea, il tutto era abbastanza scipito, mancava proprio quel tocco in più! Ecchecavolino, anche questo l’ho fatto altre volte!
Secondo…. un bellissimo filetto alla senape in crosta di sfoglia…. cottura perfetta, saporito, ma la sfoglia…. troppo umidiccia!
E vogliamo parlare del contorno? E’ bastato distrarmi giusto il tempo di mangiare la pasta che……..le ho bruciate!
Demoralizzazione profonda…. ma per fortuna c’è ancora il dolce! Lui non può deludermi! No, assolutamente, ho fatto la dose di prova apposta per evitare problemi… no, va bè, in realtà semplicemente perché era così ispirante che non potevo aspettare fino al giorno dopo per assaggiarlo, ehmmm…
E in effetti questo dolce al cucchaio non ha deluso, soffice, spumoso, chic nei suoi bicchierini e nei suoi tre strati. Al palato una carezza, è piacevole tenere il boccone in bocca non solo per il gusto di cioccolato delicato, ma anche per la sofficità della crema.
Per la ricetta della bavarese ho utilizzato le dosi della Sette Veli,( ricordate la fantastica torta della Pasticceria Cappello palermitana che ha impazzato nel web negli ultimi mesi?), aggiungendo qualche piccola variazione.

Ma prima della ricetta vi lascio un salutino…. questo week end mi concedo uno stacco e domani me ne vado a Barcellona! Un bel week end rilassante e tra le meraviglie di questa città.
Vi lascio quindi in modo dolce, con un po’ di cioccolato per iniziare bene il week end e magari anche l’avvio della settimana…. A martedì! 🙂

Ingredienti (x 6-7 bicchieri medi)
Io ho utilizzato i bicchieri da vino, nell’immagine vedete una prova con un bicchiere più piccolo. Se volete utilizzare contenitori di questa dimensione otterrete, con queste dosi, anche 10-12 porzioni.
Base per bavarese:
250gr di latte
1 uovo e 1 tuorlo (in origine 2 tuorli)
100gr di zucchero
1 bacca di vaniglia
1 cucchiaio di amido di mais 
Per i gusti:
120 gr di cioccolato fondente
100 gr di cioccolato al latte
100 gr di cioccolato bianco
5 dl di panna fresca da montare
3 fogli di colla di pesce (1 foglio per ogni gusto – non presente nella bavarese utilizzata per farcire torte)
Procedimento:
Per la base:
Preparare una normale crema, io seguo sempre il metodo Montersino… troppo comodo!!
Per la bavarese al cioccolato fondente:
Preparare una crema per volta, in modo da dare il tempo alla precedente di solidificarsi.
Quindi iniziare ad ammollare in acqua un foglio di colla di pesce. Far sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria  e montare tutta la panna.
Prendere un terzo della crema base e aggiungere il cioccolato fuso e il foglio di colla di pesce. Mescolare bene il tutto e far sciogliere bene la colla di pesce, se necessario rimettere sul fuoco per un minuto. Far raffreddare ponendo il contenitore in acqua fredda e infine aggiungere un terzo della panna montata incorporando delicatamente.
Con l’aiuto della sac a poche oppure se riuscita anche con un cucchiaio, versate la crema nei bicchieri formando il primo strato. Porre in frigorifero per mezz’ora-un’ora prima di procedere con la seconda crema.
Per la bavarese al cioccolato al latte e bianco bisognerà procedere allo stesso modo della bavarese al cioccolato fondente, rispettando sempre i tempi di attesa in modo da far raffreddare la crema al cioccolato al latte ed evitare che si mischi con la crema successiva al cioccolato bianco. 
Far riposare in frigo per qualche ora e, prima di servire potrete spolverarlo di cacao oppure grattuggiarci su del cioccolato fondente.   
PS. Se non siete troppo da cioccolato, penso che insieme al cacao ci starebbe una meraviglia anche la polvere di arancia o semplicemente buccia di arancia grattugiata. Volendo si potrebbe fare la bavarese fondente con l’aggiunta di polvere di arancia.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.