Il primo della Vigilia: la pasta con le alici

-
Di solito i pranzi di Natale sono caratterizzati da ricette complesse, con lunghe preparazione e ingredienti speciali che contribuiscano a rendere altrettanto speciale questo giorno.
La Vigilia in realtà per me non è mai stata così. Ovviamente il pesce prevale, le ricette sono tante e come da tradizione è necessario portare in tavola 13 cibi diversi, comprese pane e bevande. Nonostante questo, molte delle pietanze hanno una realizzazione molto molto semplice.
Ecco appunto questo primo che si prepara in non più di 5 minuti. 
In casa mia è un piatto che si mangia unicamente la sera della Vigilia ed è speciale anche per questo.
Potremmo dire che l’origine del piatto è siciliana, anche se nell’essenza è molto molto differente (diciamo pure che non c’entra niente!). La versione siciliana prevede il finocchietto (che in Calabria è largamente usato, ma non in questa ricetta), la mollica di pane e niente peperoncino.
In versione modificata è stata adottata anche dalla Calabria e io, adesso, l’ho importata a Milano riscuotendo successo con il mio milanesino che ama particolarmente tutti i primi che prevedono le acciughe tra gli ingredienti.
Per me è diventato anche un piatto per tutti i giorni. Rapidissimo, gustoso e sempre pronto all’uso. 
Certo, per mantenere il suo aspetto speciale cerco comunque di non ricorrere a lei ogni volta che mi trovo alle strette… diciamo pure che 2-3 volte l’anno è sicuro che finisca in tavola! 

Pasta con le sarde (o meglio, con le acciughe)

Ingredienti x 4 persone:

350gr di spaghetti
6-7 acciughe sott’olio o sotto sale
1 spicchio d’aglio
Peperoncino in polvere (mescolerei dolce e piccante)
Olio evo abbondante

Procedimento:
Mentre si cuoce la pasta in un’ampia padella far soffriggere l’aglio diviso in 2 parti e aggiungere le acciughe scolate dall’olio o pulite da sale e interiora. Mentre cuociono sfaldarle con un mestolo, riducendole in pezzettini. Una parte diventerà “crema” che arricchirà il sugo. Aggiungere un cucchiaino scarso di peperoncino in polvere. Il sugo sarà pronto in 5 minuti al massimo. Quando gli spaghetti sono pronti aggiungerli al sugo, far saltare bene il tutto e servire.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.