Il primo della Vigilia: la pasta con le alici

-
Di solito i pranzi di Natale sono caratterizzati da ricette complesse, con lunghe preparazione e ingredienti speciali che contribuiscano a rendere altrettanto speciale questo giorno.
La Vigilia in realtà per me non è mai stata così. Ovviamente il pesce prevale, le ricette sono tante e come da tradizione è necessario portare in tavola 13 cibi diversi, comprese pane e bevande. Nonostante questo, molte delle pietanze hanno una realizzazione molto molto semplice.
Ecco appunto questo primo che si prepara in non più di 5 minuti. 
In casa mia è un piatto che si mangia unicamente la sera della Vigilia ed è speciale anche per questo.
Potremmo dire che l’origine del piatto è siciliana, anche se nell’essenza è molto molto differente (diciamo pure che non c’entra niente!). La versione siciliana prevede il finocchietto (che in Calabria è largamente usato, ma non in questa ricetta), la mollica di pane e niente peperoncino.
In versione modificata è stata adottata anche dalla Calabria e io, adesso, l’ho importata a Milano riscuotendo successo con il mio milanesino che ama particolarmente tutti i primi che prevedono le acciughe tra gli ingredienti.
Per me è diventato anche un piatto per tutti i giorni. Rapidissimo, gustoso e sempre pronto all’uso. 
Certo, per mantenere il suo aspetto speciale cerco comunque di non ricorrere a lei ogni volta che mi trovo alle strette… diciamo pure che 2-3 volte l’anno è sicuro che finisca in tavola! 

Pasta con le sarde (o meglio, con le acciughe)

Ingredienti x 4 persone:

350gr di spaghetti
6-7 acciughe sott’olio o sotto sale
1 spicchio d’aglio
Peperoncino in polvere (mescolerei dolce e piccante)
Olio evo abbondante

Procedimento:
Mentre si cuoce la pasta in un’ampia padella far soffriggere l’aglio diviso in 2 parti e aggiungere le acciughe scolate dall’olio o pulite da sale e interiora. Mentre cuociono sfaldarle con un mestolo, riducendole in pezzettini. Una parte diventerà “crema” che arricchirà il sugo. Aggiungere un cucchiaino scarso di peperoncino in polvere. Il sugo sarà pronto in 5 minuti al massimo. Quando gli spaghetti sono pronti aggiungerli al sugo, far saltare bene il tutto e servire.

Stampa ricetta
Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Commenti

13 Commenti su "Il primo della Vigilia: la pasta con le alici"

Il 21 Dicembre 2010 alle 07:28
arabafelice ha scritto:
Ottima versione, Tery, e poi mi piacciono le ricette che non mi fanno impazzire a seguirle...un bacione :-)
Il 21 Dicembre 2010 alle 08:42
meggY ha scritto:
Davvero ottima!
Piacciono anche a me le versioni semplici, anche perchè i gusti non vengono coperti ma accentuati, quella spolveratina di peperoncino è perfetta .. gnam!
Bacioni
Il 21 Dicembre 2010 alle 08:27
I fiori di loto ha scritto:
buona la pasta con le acciughe .. non l'ho mai provata con il peperoncino.. ma lo farò! magari a Natale .... :)
Il 21 Dicembre 2010 alle 08:57
Ylenia ha scritto:
Splendida versione! E te lo dice una siciliana che vive nella patria della pasta con le sarde. Primo veloce e gustosissimo, ne sono certa.
Il 21 Dicembre 2010 alle 10:34
Federica ha scritto:
Con quell'abbondante spolverata di peperoncino vado a nozze ^___^ Un bacione
Il 21 Dicembre 2010 alle 10:52
wanda ha scritto:
Ciao Tery, approfitto di questo post pre-natalizio per farti i miei più cari auguri!!! Un abbraccio :)
Il 21 Dicembre 2010 alle 12:42
Lo Ziopiero ha scritto:
...è ora di pranzo...mmmmmmmmm
Solo che quella porzione è troppo pocaaaaa per le mie fauci!!!
Ancora, Ancora!!!

;-)
Il 21 Dicembre 2010 alle 16:12
saretta m. ha scritto:
Oggi ho fatto una cosa simile alla tua...Ho fatto una sorta di aglio, olio e peperoncino e ho aggiunto due gocce di colatura di alici e per arricchire ulteriormente un pò di ceci...Semplicità estrema, gusto super, i piatti che preferisco. un bacione
Il 21 Dicembre 2010 alle 21:11
Federica ha scritto:
oh mamma mia che invitante!!!è sempre un piacere passare nel tuo blog!! ti faccio tantissimi auguri di buon natale e felice anno nuovo!un abbraccio!!
Il 21 Dicembre 2010 alle 21:49
Tery ha scritto:
@Arabafelice: Grazie mille Stefania! In effetti, non dover prendere una laurea per seguire la ricetta! :P un bacione!

@Meggy: si hai ragione, spesso la semplicità esalta molto di più il gusto di un ingrediente!

@I fiori di loto: Ti ringrazio e tanti tanti auguri anche a te!! :*

@Ylenia: Grazie mille!!! Mi fa felice sapere che piace anche ad una siciliana doc!! :))

@Federica: chissà perchè non avevo proprio dubbi! :P un bacione!

@Wanda: Ciao Wanda!! Grazie mille per esser passata e per gli auguri! Tantissimi auguri anche a te! Un bacio grande!

@Zio Piero: ihihihihi aspetta che riempio il piatto! :P

@Saretta m.: Buona la tua versione!! Caspitina voglio anche io la colatura!!! Piatti semplici.... sempre i migliori! un bacione
Il 21 Dicembre 2010 alle 22:03
I VIAGGI DEL GOLOSO ha scritto:
Una meraviglia e foto invitantissima ...
Ciao Tery, nel caso non riuscissimo più a passare prima di natale, ti mandiamo un grosso bacio e ti auguriamo delle buone festività a te e alla tua famiglia ...
I viggiatori golosi ....
Il 22 Dicembre 2010 alle 06:45
Angel in the sky ha scritto:
E' vero il pesce deve prevalere difatti io la sera del 24 cenero' dai suoceri e mangeremo menu' di pesce prevalentemente crudo ^^
Il 25 Dicembre 2010 alle 22:42
Tery ha scritto:
@I viaggi del goloso: Anche se in ritardo... grazie mille e augurissimi anche a voi!! Un abbraccio!! :))

@Angel in the sky: wow che buono!! Il mio ragazzo si leccherebbe i baffi a pensare ad una cena di solo pesce crudo! :) Buon Natale!!

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *