Panini di zucca al vapore - Peperoni e Patate

Panini di zucca al vapore

-

Soffici, profumati e perfettamente autunnali: i panini di zucca al vapore sono un’alternativa fragrante e deliziosa ai classici panini.

E’ tempo di zucche, di tutte le taglie e colori! Un ortaggio perfetto per creare ricette di ogni tipo, dagli antipasti ai dessert!

Il suo gusto dolciastro si abbina perfettamente con tutto, carne, pesce, verdure e formaggi. La sua polpa poi ha un utilizzo universale! Diventa croccante se fritta o cotta in forno, tenera se lessata, cremosa se resa purea. Insomma, la zucca è davvero un jolly in cucina, un po’ come le patate, ma con un colore che scalda al primo sguardo!

Questi panini alla zucca, con la loro tonalità arancio lieve, sono un meraviglioso modo per festeggiare la stagione autunnale. Portarli in tavola infatti richiamerà foglie croccanti e vino rosso all’istante!

Sono morbidissimi, grazie alla cottura al vapore, e il loro aspetto tondo e sofficioso fa venire subito voglia di addentarli così come sono! Ma perché non farcirli? Magari con del brie e funghi rosolati in padella o una purea di zucca e qualche salume. Oppure con un hamburger, cipolle caramellate e delle fette di zucca al forno!

I panini di zucca al vapore si sposeranno alla perfezione con qualsiasi ingrediente e renderanno speciale pranzi, cene e anche pause pranzo o merende!

Quanto è bello poi preparare pane e panini in casa? Penso che non ci sia niente di più entusiasmante che portare in tavola qualcosa che tutti pensano sia stato acquistato e invece no!

Semplici da realizzare, divertenti da cuocere e così irresistibili che sarà difficile aspettare che si intiepidiscano prima di addentarne uno!

Una volta preparati, i panini di zucca al vapore faranno parte del vostro ricettario del cuore, assicurato!

Altre ricette di panini con la stessa cottura? Provate i mie Bao: i panini cinesi al vapore!

Panini di zucca al vapore

Porzioni8 porzioni
Tempi60 min
Difficoltà
Media
Stampa ricetta
Procedimento

Per prima cosa fate cuocere la zucca al forno o al vapore fino a quando diventa tenera e frullate la polpa fino a ottenere una purea.

 

Fate sciogliere il lievito nei 2 cucchiai di acqua insieme a un pizzico di zucchero.

Versate nella planetaria la farina, il lievito sciolto in acqua, lo zucchero, la purea di zucca e iniziate a lavorare per amalgamare rapidamente gli ingredienti.

A questo punto unite l’olio e il sale e impastate il tutto fino a ottenere un impasto liscio e ben elastico. Se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungete ancora poca farina.

Formate una palla, ponete in un contenitore, sigillate e lasciate lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio.

Quando l’impasto è pronto rovesciatelo su un piano da lavoro e dividetelo in pezzi da 50 g circa.

Formate una pallina con ognuno e lasciate riposare per 30 minuti coperti con pellicola o con un canovaccio umido.

Riprendete poi l’impasto, dividetelo in 8-10 pezzi e formate una pallina con ognuno.

Ungete lo spago da cucina e legate ogni paninetto più volte in modo da dividerlo in 8 parti. Fate poi un fiocchetto per chiudere i giri. Non tirate troppo lo spago durante questa operazione.

Disponete i panini su un cestello per cottura a vapore coperto con carta da forno bucherellata. Copriteli e lasciateli lievitare fino al raddoppio

Riempite il fondo di una pentola con acqua, disponete sopra il cestello e fate cuocere a vapore per circa 15 minuti su fiamma media.

Non usate una fiamma troppo vivace.

Quando pronti aprite delicatamente il coperchio facendo uscire il vapore poco alla volta per evitare che la superficie dei paninetti si raggrinzisca, poi spostate i panini su una teglia e trasferite in forno con grill acceso per 5 minuti.

Sfornate e togliete subito lo spago dai panini. Lasciate raffreddare prima di servire. 

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.