Salmone norvegese fritto - Peperoni e Patate

Salmone norvegese fritto

-

Il salmone norvegese fritto è perfetto per aggiungere un tocco in più ai vostri fritti misti di pesce.

 

ll salmone norvegese fritto è l’idea che mancava per le fritture di pesce estive. Non solo pesce di paranza da pulire uno a uno, ma anche un trancio di salmone può essere un ottimo ingrediente da aggiungere ai tuoi fritti misti.

Oltre a essere buonissimo, il salmone norvegese potrà semplificarvi la preparazione grazie alla sua praticità.

Il salmone infatti, è versatile e pratico da utilizzare. 

La sua pulizia è estremamente semplice e vi basterà togliere la pelle e le lische per poterlo gustare crudo oppure per utilizzarlo nelle vostre ricette, senza rischi per i commensali e soprattutto per i bambini.  

 

In cucina si presta bene per ricette di qualunque tipo: può essere un ingrediente con cui dare libero sfogo alla creatività per realizzare piatti gourmet, ma anche la base per pranzi veloci dell’ultimo minuto. 

 

Come cucinare il salmone norvegese? 

 

  • Crudo: per tartare, carpacci, sushi, ma anche aggiunto a insalate o primi piatti.
  • A vapore, grigliato o lessato: perfetto quindi per ricette leggere e salutari. Soprattutto considerando che il salmone è un toccasana per il nostro organismo grazie alla ricchezza di Omega-3, vitamina A, D, B12.
  • In padella: basta cuocerlo con un filo d’olio per pochi minuti ed è possibile arricchirlo con ciò che più ci piace. Qui per esempio la mia versione di salmone con cipolla e zenzero.  
  • Al forno: con pochi aromi, al cartoccio, gratinato. Anche in questo caso bastano 15-20 minuti e la cena è pronta.  
  • Affumicato: è possibile acquistarlo già pronto e utilizzarlo per tantissime ricette, anche solo servito su una fetta di pane con un velo di burro. La cosa interessante è che il salmone norvegese affumicato mantiene gli stessi valori nutrizionali del salmone fresco. 
  • Fritto: per un piatto gustoso da aggiungere anche ai fritti misti o per fritture creative. 

 

Dopo le tagliatelle con il salmone, oggi, come ultima ricetta a base di Pesce Norvegese, vi propongo  proprio una frittura, una semplice frittura. Perché una ricetta così “banale”?

Perché il salmone non si trova mai nelle fritture di pesce e vi assicuro che preparato così è davvero delizioso: la dimostrazione che in cucina non c’è mai nulla di scontato! 

 

Prima di friggere il salmone norvegese ho scelto di farlo marinare con salsa di soia e aglio. Una marinatura semplicissima che aggiunge gusto e che vi consiglio proprio di provare! 

 

Il risultato è una frittura saporita e delicata, croccante e asciutta.

Grazie alla consistenza soda e compatta del salmone norvegese, infatti, l’olio non viene assorbito dalle sue carni e otterrete dei bocconcini morbidi e succosi all’interno e croccanti e asciutti all’esterno. 

 

Post in collaborazione con Seafood from Norway

Salmone norvegese fritto

Porzioni4 porzioni
Tempi30 min
Difficoltà
Facile
Stampa ricetta
Procedimento

Spellate il salmone e togliete le lische con l’aiuto di una pinzetta. 

Tagliate il trancio a listarelle spesse circa un centimetro e mettetele in una terrina. Aggiungete l’aglio schiacciato e coprite con la salsa di soia. Lasciate riposare per 4-5 ore in frigorifero. 

 

Trascorso questo tempo preparate un piatto con della farina e passatevi dentro i filetti di salmone. 

Ricopriteli bene di farina e poi scrollate quella in eccesso. 

 

Scaldate una padella con abbondante olio e, quando ben caldo, tuffatevi il salmone. Fate cuocere per circa 2 minuti, rigirando il pesce di tanto in tanto, fino a doratura.  

Spostate su carta assorbente e poi servite subito.

Condividi
Avete provato una mia ricetta?
Fatemi sapere com'è andata e mostratemi il vostro capolavoro taggandomi o usando l'hashtag
#lericettediterypep su INSTAGRAM, FACEBOOK o TWITTER.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *